Friuli V.G.

Fincantieri: il varo della nuova nave Msc Seascape

TRIESTE - Il 18 novembre Msc Crociere ha celebrato oggi il varo della prossima ammiraglia Msc Seascape nello stabilimento Fincantieri di Monfalcone (Gorizia). La nave - spiega una nota congiunta - sarà consegnata nel novembre 2022, seconda della classe Seaside Evo a entrare nella flotta di Msc Crociere e quarta nave della classe altamente innovativa Seaside.

"Questo varo - ha affermato Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Crociere - segna un'altra tappa significativa nella crescita della nostra flotta. Abbiamo proseguito i nostri ambiziosi piani relativi alle nuove costruzioni nonostante la pandemia. Oggi si tratta di una doppia celebrazione per Msc, poiché la prossima ammiraglia Msc Seascape viene varata mentre la gemella Msc Seashore viene ufficialmente battezzata. Le due navi presentano alcune delle più recenti tecnologie e soluzioni ambientali per ridurre al minimo l'impatto ambientale, che ci aiuteranno a compiere un ulteriore passo vero zero emissioni nette di gas serra entro il 2050".

"Abbiamo cominciato a lavorare su Msc Seascape - ha ricordato l'ad di Fincantieri, Giuseppe Bono - quasi in concomitanza con l'insorgere della emergenza e oggi ne celebriamo il varo in linea con i piani pre-pandemici. La grande determinazione profusa per rispettare gli impegni produttivi e preservare l'intero portafoglio ordini è diventata la cifra distintiva del nostro Gruppo e non potrebbe esserci premessa migliore per guardare al futuro con rinnovata fiducia".
Msc Seascape avrà una stazza di 169.400 tonnellate e potrà ospitare fino a 5.877 ospiti con 13.000 mq di spazio esterno.

MSC Seashore è stata battezzata presso la Ocean Cay Msc Marine Reserve alle Bahamas, con la prima cerimonia di naming al mondo - conclude la nota - tenuta in un'isola privata. 
Conegliano

A Refrontolo successo per il corso salvavita

REFRONTOLO - Il Comune in collaborazione Active Studio Srls, società di formazione sanitaria con sede a Conegliano, ha organizzato un corso Manovre Salvavita in età pediatrica gratuito aperto a tutta la popolazione di residenti e non.

Inizialmente si prevedeva una sola data il 20 ottobre, ma le prenotazioni hanno registrato il tutto esaurito in un paio di giorni, è stata quindi è stata inserita una serata di replica il 27 ottobre.

Il corso Manovre Salvavita rientra all’interno di un importante progetto di prevenzione che Active Studio Srls propone con l’obiettivo di diffondere le tecniche salvavita, principalmente in età pediatrica, fondamentali alla popolazione. L’Amministrazione Comunale, particolarmente attenta a queste tematiche, ha richiesto espressamente la volontà di aderire al progetto organizzando, in collaborazione con Active Studio, un corso manovre salvavita per i cittadini.

Il corso tenuto da Sonia Chitarello, soccorritrice e istruttrice presso Soccorritori Conegliano pubblica assistenza, e Marta Battaglia, amministratrice di Active Studio, consisteva in una lezione teorica interattiva con slide e contenuti multimediali e una sessione pratica durante la quale tutti i partecipanti hanno potuto esercitarsi con l’ausilio di appositi manichini didattici e la guida di istruttori qualificati.

“In totale si sono registrate circa ottanta presenze, sia da Refrontolo che dai comuni limitrofi, segnale che il tema era interessante e molto sentito. Infatti durante entrambe le serate i corsisti hanno partecipato attivamente con domande e spunti di riflessione, fermandosi anche al termine per riprovare le tecniche e dipanare i loro dubbi e paure con Marta e Sonia che sono state molto professionali e disponibili.” dichiara l’Assessore alle politiche giovanili Matteo Corbanese.
Cultura, Treviso

A Cordignano apre la 32^ Mostra di pittura "Piero della Valentina"

CORDIGNANO - Apre sabato 6 novembre la mostra del 32º Premio Nazionale di Pittura "Piero della Valentina", 29° Premio Nazionale di Grafica "Giacomo Ardengo" e 19° Premio Nazionale di Acquerello “Pro Loco Cordignano” e rimarrà aperta fino al 21 novembre.

L'esposizione è stata allestita presso il centro polifunzionale di via Garibaldi, dove sono esposte le 141 opere che hanno partecipato al bando di concorso indetto dalla Pro Loco di Cordignano, acquistabili dai visitatori (ad eccezione di quelle già assegnate).

Orari apertura mostra:
sabato dalle 15.00 alle 19.00
domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00
ingresso libero.

-
Domenica 7 Novembre alle 11.00 il pittore Flavio Dal Cin, vincitore del 31° Premio Nazionale di pittura "Piero della Valentina", insieme al critico d'arte Dott.ssa Ombretta Frezza, apriranno la mostra personale del pittore, ospitata in una sala dedicata del Centro Polifunzionale di via Garibaldi a Cordignano.

-
Martedì 9 Novembre alle 21 “Vocedilibro in Mostra” letture animate nelle sale della mostra a cura di Biblioteca Civica di Cordignano e Gruppo teatrale “Fiabeggiando”. Per l’occasione la mostra sarà straordinariamente aperta dalle 20.00 alle 22.30.

-Domenica 21 Novembre dalle 15.00 cerimonia ufficiale di premiazione degli artisti vincitori(ingresso solo su prenotazione.
Per info contattare Pro Loco Cordignano alla e-mai prolococordignano@gmail.com o visitare il sito prolococordignano.wordpress.com oppure prolococordignano.it

Come da disposizioni di legge l’ingresso alla mostra sarà consentito solo se muniti di GreenPass.

Le considerazioni del presidente dell’associazione Pro Loco Cordignano, Paolo Poletto:
"Si rinnova l’appuntamento con l’arte a Cordignano, un appuntamento quest’anno di ripartenza e di speranza: se l’anno scorso abbiamo avuto una grande partecipazione di artisti ad una mostra sacrificata con due soli giorni di apertura, quest’anno abbiamo riservato per voi un’edizione che darà i numeri!
7 sale espositive, aperte gratuitamente al pubblico per 3 settimane dal 6 al 21 Novembre, inserendo la mostra in un calendario ricco di eventi, manifestazioni e folklore a cavallo di “Prealpi in Festa”.
3 componenti di una giuria critica qualificata e internazionale a cui va il mio personale ringraziamento per aver selezionato le opere vincitrici con grande professionalità ed oggettività.
2 esposizioni personali dei vincitori del 1° Premio “Piero della Valentina” al concorso di Pittura: Walter Zaramella e Flavio Dal Cin
Un totale di 141 opere in concorso realizzate da artisti che con la tenacia di chi affronta questi tempi incerti ci hanno onorato della loro partecipazione. Partecipazione ancora più interessante se si considera che le opere giungono a Cordignano non solo dal triveneto, ma da tutta Italia e persino dall’India.
Un ringraziamento per rendere possibile tutto questo va alle aziende e ai privati che ci sostengono con l’orgoglio di chi si mette a disposizione per la comunità.
Grazie agli artisti perché ci regalano un momento di respiro, una grande collezione di opere messa a disposizione della collettività per crescere insieme, perché come disse Picasso “L’Arte scuote dall’anima la polvere della quotidianità”.
Grazie all’amministrazione comunale, che da sempre sostiene l’evento e mette a disposizione gli spazi.
Infine e sopra tutti grazie ai volontari dell’associazione Pro Loco: pochi ma buoni.
Grazie al loro ammirevole impegno sarà possibile accogliervi a Cordignano, potremo di nuovo ritornare a vedere dal vivo l’opera e l’ingegno di uomini e donne, con l’auspicio di incontrarci a Cordignano ancora per tanti anni".


LA GIURIA, I PREMIATI
La giuria è composta da: Ania Skrobonja – Critico d’arte ed Artista – Fiume (Croazia); 
Giuseppe Caracò - Critico d’arte e Giornalista – Portogruaro (VE);
Renza Clochiatti Garla - Storica e Restauratrice d’arte – Conegliano (TV).

32° Premio Nazionale di Pittura “Piero Della Valentina”

Dopo attento esame, la Commissione ha selezionato 32 opere, sulle 109 partecipanti di altrettanti artisti, ritenute degne di riconoscimento, procedendo all’assegnazione dei Premi nel seguente ordine:

1° PREMIO - all’opera n° 93 dal titolo “Last lockdown” di Marco Camporese – Villanova di Camposampiero (PD) - con la seguente motivazione: “Per il senso di speranza che trasmette attraverso una luce che ricorda Caravaggio. Allo stesso tempo, la finestra sta a rappresentare il fatto che le nostre strade sono diventate e sono state confinate ai nostri quattro muri.”

2° PREMIO - all’opera n°103 dal titolo “Senza fiato” di Eleonora Bolzan – Cordignano (TV) - con la seguente motivazione: “Ritratto carico di interiorità che si manifesta nell’interezza dell’impressione e del sentimento della figura. È intrigante la fine elaborazione della tecnica che fa emergere la donna dallo sfondo attraverso un gioco di colore lucido contro opaco.”

3° PREMIO - all’opera n°20 dal titolo “Mattino di marzo in laguna” di Marinella Falcomer – Gruaro (VE) - con la seguente motivazione: “Con una tavolozza di colori pastello, è riuscita ad esprimere tutta la solarità di un paesaggio tra le acque.”

4° PREMIO - ex aequo - alle opere:

n°39 dal titolo “Lassù sopra le nuvole” di Anna (Aline) Spada – Sassari (SS) - con la seguente motivazione: “Intrigante contrasto tra l’asprezza graffiata della terra e l’apertura vuota del cielo.”

n°97 dal titolo “Molo dei pescatori” di Cirillo Murer – Quinto di Treviso (TV) - con la seguente motivazione: “Precisione e pulizia grafica nella continuità del paesaggio portuale.”

n°108 dal titolo “Dietro l’orto” di Nevio Canton – Fiume Veneto (PN) - con la seguente motivazione: “Tracce di tradizione della natura friulana.”

5° PREMIO - ex aequo - alle opere:

n°18 dal titolo “Paesaggio” di Donino Borin – Caorle (VE) - con la seguente motivazione: “Equilibrio tra cromatica e colore di vibrazione.”

n°91 dal titolo “La meridiana” di Silvia Pavan – Pordenone (PN) - con la seguente motivazione: “Esplosione cromatica della natura.”

La TARGA del CONSORZIO PRO LOCO PREALPI è stata assegnata all’opera n°101 dal titolo “Giacomo Ardengo” di Flavio Dal Cin – Gaiarine (TV) - con la seguente motivazione: “Questo notevole ritratto, attraverso la visione delle mani, dello sguardo e della postura eretta del corpo, riesce a trasmettere la forte personalità del soggetto.”

Una SEGNALAZIONE PARTICOLARE va, assieme ai complimenti della Giuria per la forza, intensità e padronanza della tecnica, all’opera n°94 dal titolo “Sogno” di Egidio Granzo – Pianiga (VE).

Sono state inoltre SEGNALATE le opere:

n°11 dal titolo “Portici” di Ivano Fabbri – Bologna (BO)

n°14 dal titolo “Il burattino e la Luna” di Violetta Bergamini – Brugine (PD)

n°36 dal titolo “Orizzonti lontani” di Beatrice Cepellotti – Codroipo (UD)

n°66 dal titolo “La meccanica del tempo” di Piero Dal Corso – Spinea (VE)

n°71 dal titolo “Piazza Libertà” di Roberto Vettoretti – Conegliano (TV)

n°74 dal titolo “Memorie” di Giuseppe Macella – Saronno (VA)

n°99 dal titolo “Gioco d’acqua XLIX” di Enzo Barbon – Maserada sul Piave (TV)

n°102 dal titolo “Il silenzio nello studio” di Valter Zaramella – Cordenons (PN)

n°104 dal titolo “Omaggio a Gigi Proietti” di Rosanna Casagrande – Conegliano (TV)

n°109 dal titolo “La piccola farfalla” di Concetta Daidone – Pineto (TE)

Della rosa dei quadri selezionati dalla Giuria fanno parte anche le opere n° 3, 23, 29, 30, 32, 43, 51, 53, 56, 57, 58, 68, 95.

19° Premio Nazionale di Acquerello “Pro Loco Cordignano”
selezionando 9 opere su 18 partecipanti

La Commissione ha attribuito il 1° PREMIO all’opera n°3 dal titolo “Riflessi” di Maria Giuseppina Frigo – Sacile (PN) - con la seguente motivazione: “Per la valorizzazione dell’aspetto naturale nella sua proiezione cromatica data dalla macchia fresca e veloce.”

La TARGA della PROVINCIA DI TREVISO è stata assegnata all’opera n°15 dal titolo “Marina” di Piera Cuder – Sacile (PN) - con la seguente motivazione: “La sicurezza di una mano che padroneggia la materia creando uno squarcio di luce attraverso sfumature e contrasti di colore.”

È stata SEGNALATA l’opera n°7 dal titolo “Autunno” di Antonia Bortoloso – Schio (VI)

Della rosa dei quadri selezionati dalla Giuria fanno parte anche le opere n°4, 5, 6, 9, 11, 16.

29° Premio Nazionale di Grafica “Giacomo Ardengo”
selezionando 4 opere su 14 partecipanti

La Commissione ha attribuito il 1° PREMIO all’opera n°9 dal titolo “Città altre” di Eleonora Pasqual – Sacile (PN) - con la seguente motivazione: “Per la modernità che si presenta nella novità del soggetto e dello stile di lavoro.”

Sono state inoltre SEGNALATE le opere:

n°1 dal titolo “Feldherrn hallen di Monaco 1938” di Tiziano Toscani – Cordignano (TV)

n°3 dal titolo “Silenzio a Spert” di Sandro Chinellato – Conegliano (TV)

n°5 dal titolo “Devote immagini” di Cesare Baldassin – Cordignano (TV).

Belluno

A Cortina si torna in pista

L’inverno in alta quota è più vicino di quanto sembri, come dimostrano le prime nevicate che hanno già iniziato a cadere sulle Dolomiti. Gli amanti della montagna e degli sport bianchi hanno diverse date importanti da segnare in agenda per la stagione in arrivo. La prima è il 27 novembre 2021, giorno in cui aprono gli impianti di Cortina d’Ampezzo e si torna a scendere sugli sci lungo i 120 km del comprensorio, dove è possibile scegliere tra numerose piste di vari livelli di difficoltà.

E poi ci sono i grandi eventi sportivi. A partire dalla Coppa del Mondo di snowboard: il 18 dicembre torna per la settima volta in Faloria la tappa di slalom gigante parallelo, un'occasione unica per vedere i campioni internazionali scendere in pista in notturna sulla spettacolare pista Tondi. Novità di questa edizione: Cortina fa il bis ospitando anche una tappa della Coppa del Mondo di snowboard cross, il 29 gennaio in località Socrepes. La Regina e le sue Dolomiti saranno in diretta mondiale proprio a pochi giorni dalla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici invernali di Pechino 2022, dove gli atleti dello snowboard sono attesi a febbraio.

Non può mancare, poi, la tappa della Coppa del Mondo di sci alpino femminile, prevista per il 22 e 23 gennaio 2022: le atlete si sfideranno in discesa libera e Super G nell’ormai classico appuntamento sulla storica pista Olympia delle Tofane, tra le più spettacolari della località.

Cortina, parte del Dolomiti Superski, offre 120 km di piste: accanto a quelle per principianti (38 piste blu) ci sono quelle per sciatori esperti (13 piste nere e 32 rosse). La pista più alta è il Bus de Tofana (2.742 m), la più lunga è l'Armentarola (7,5 km) e la più ripida è la Forcella Rossa (62%). Non mancano le piste (come la nuova Nino Lacedelli) e le infrastrutture dedicate per atleti, sci club e allenamenti.

Ad attendere il via di questa attesa e ricchissima stagione i numerosi rifugi sulle piste!
Nessun oggetto disponibile.
Ultimo aggiornamento: 21/11/2021 16:07