Italia

Comuni di confine in cerca di fondi dal ministro Costa

ROMA - Dopo mesi di silenzio da parte del Governo, il Ministro Enrico Costa ha invitato ASSCO ad un incontro che si è svolto lo scorso mercoledì 18 Gennaio presso il Ministero degli Affari Regionali ed Autonomie, presenti oltre al Ministro Costa e ai Rappresentanti di ASSCO (Presidente Roberto Campagna e il Segretario Nazionale Nicola Adriano), anche alcuni Sindaci dei Comuni Associati (Alessandro Biz –Cordignano TV; Marica Fantuz - Meduna di Livenza TV; Mario Tremonti - Lorenzago di Cadore BL; Domenico Aimonino - Noasca TO; Ferraris Vincenzo - Pollone BI).
Sul tavolo l’annosa questione dei fondi ai Comuni, azzerati dal 2012, sui quali i Comuni di Confine non possono contare, con la conseguente difficoltà a garantire ai cittadini almeno i servizi principali, nonché minimi interventi infrastrutturali che possano rendere la vita sociale agevole e gli spazi decorosi. Il disservizio è ancora più evidente visto che il Comune che si trova “dall’altra parte della strada”, godendo di maggiori risorse economiche solo perché sito in una Regione a Statuto Speciale, può offrire ai propri cittadini agevolazioni e servizi che rendono la vita più “semplice”.
Il Ministro si è impegnato a incontrare in tempi brevi i Presidenti delle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Val d'Aosta per trovare insieme una soluzione di riequilibrio economico. Attualmente infatti gli unici Comuni a godere di qualche beneficio sono quelli a confine con le Province Autonome di Trento e Bolzano (già da tempo impegnate nella contribuzione a favore dei Comuni Confinanti).
“Vogliamo qui ricordare che i Comuni da noi rappresentati e interessati da queste urgenti necessità, sono ben 49 (di cui 27 confinanti con la Regione Friuli Venezia Giulia e 22 confinanti con la Regione Valle d’Aosta), per un totale di oltre 150.000 cittadini” – spiega Nicola Adriano di ASSCO – “sono queste le persone a cui il Governo deve delle risposte”.
Il Presidente di ASSCO Roberto Campagna dichiara: “Ringrazio personalmente e a nome di ASSCO e di tutti i Comuni di Confine, il Ministro che oggi ci ha incontrato, manifestando la Sua attenzione, e la volontà del Governo di risolvere il disagio che subiscono i nostri Cittadini. L’impegno del Ministro, che ha già proposto varie possibili soluzioni per sbloccare la situazione, è l’ impegno stesso delle Istituzioni che ridona speranza ai nostri Comuni”.  
Conegliano

Conegliano, la polizia locale super-attrezzata come il Ris di Parma

Il Comune ha investito 120mila euro tra nuove tecnologie, gruppo elettrogeno e nuovi server, rilevamento impronte digitali e telecamere stradali
Il Comando di Polizia Locale ora ha la stessa apparecchiatura scientifica dei RIS di Parma per rilevare le impronte digitali
È stata presentata questa mattina presso il comando di Polizia locale di Conegliano la nuova centrale operativa, di gran lunga potenziata rispetto alla precedente tanto da essere pronta per diventare di riferimento per gestire tutta la Sinistra Piave.
Un investimento da 120 mila euro per vigilare e controllare ogni angolo della città. La Polizia locale di Conegliano ha quindi in dotazione schermi di ultima generazione e 5 nuove telecamere targa system, situate nei 5 varchi di accesso alla Città; circa 60 telecamere distribuite in tutto il territorio cittadino; un nuovo server più potente ed un gruppo elettrogeno per permettere alla centrale di essere operativa anche in caso di black-out.
“L’investimento effettuato da parte dell’Amministrazione Comunale è stato circa di 120 mila euro” ha dichiarato il Sindaco Floriano Zambon, che continua “e sono sicuro che queste nuove apparecchiature in dotazione permetteranno ai nostri agenti di essere più efficienti e di rispondere prontamente alle necessità, rendendo Conegliano ancora più sicura”.
È stato poi il comandante Claudio Mallamace a presentare l’operatività della centrale: “La centrale operativa può essere utilizzata da tre agenti in sede e al suo sistema si possono agganciare le altre forze dell'ordine con le quali operiamo in sinergia: Carabinieri, Polizia di Stato e Questura, Finanza, per una maggiore sicurezza della Città. Può inoltre essere potenziata per poter ampliare il controllo a tutta la Sinistra Piave”. Il comandante Claudio Mallamace ha poi aggiunto che “il nuovo sistema potenziato di controllo si unisce al sistema di pattugliamento motorizzato e a quello a piedi, che ci permettono innanzitutto di conoscere personalmente il territorio ed i nostri cittadini e di poter agire immediatamente in caso di emergenza”.
Grazie all’investimento effettuato dall’Amministrazione Comunale è stato potenziato anche la divisione di Polizia Scientifica: “Siamo ora in dotazione di apparecchiature di ultima generazione per quanto riguarda il riconoscimento di banconote e documenti falsi e di rilevatura delle impronte digitali: grazie ad un sistema di scansione, infatti, non utilizzeremo più le tecniche più tradizionali di inchiostrazione. Questa apparecchiatura inoltre è in linea con le varie dotazioni del reparto RIS dei Carabinieri e ci permette di essere più efficaci e veloci. Prima avremo dovuto portare l’indiziato a Treviso, mentre ora possiamo immediatamente procedere con le analisi” ha concluso Mallamace.
Cultura, Conegliano

Curiosare dentro la musica 2017

CONEGLIANO. Il M° Ezio Mabilia anche quest'anno ci delizierà con la sua capacità di rendere accessibili a tutti le opere del repertorio classico. Ma la sfida si fa più ardua del solito. Il suo obiettivo per quest'anno sarà quello di guidare il pubblico attraverso la nascita dell'esecuzione musicale: dalle note mute su pentagramma alla realizzazione sonora che passa attraverso la bacchetta dei più importanti direttori d'orchestra.

Il corso di guida all'ascolto si aprirà con un incontro interamente dedicato all'opera Didone ed Enea di Henry Purcell e si terrà martedì 24 gennaio 2017 alle ore 20.30 presso la Casa della Musica a Conegliano in Via Stadio 7a con ingresso libero.

Quale migliore inizio per un corso che vuole indagare le scelte artistiche che avvengono durante il ''dietro le quinte'' di uno spettacolo musicale, la presentazione di un'opera che proprio la direzione artistica dell'Istituto Michelangeli ha voluto mettere in scena per festeggiare i vent'anni di attività!
Non a caso infatti il M° Mabilia ci narrerà del mito classico di Didone ed Enea messo in musica perché ci vuole preparare all'evento di domenica 5 febbraio 2017 che vedrà coinvolti molti allievi, il coro e l'orchestra della Scuola.

Il corso proseguirà poi snodandosi con cadenza settimanale, ogni martedì alle ore 20.30 presso l'Aula Magna dell'Istituto Michelangeli in Via Armellini 13 a Conegliano.
Queste le date: 31/01, 07/02, 14/02, 21/02.
Costo del corso: 40 €.

Come scrive il M° Mabilia l'intento del corso è:
''Il Curiosare dentro la musica 2017 ci porterà nella sala prove di un'orchestra. Questo grande insieme musicale, attorno al quale ha preso vita un vastissimo repertorio fatto di opere geniali dalla straordinaria bellezza, è formato da musicisti che suonano vari tipi di strumenti a corde, a fiato e a percussione, ed è guidato da un direttore che, soprintendendo alla preparazione tecnica ed estetica di un'opera, ne diviene l'interprete. Il nostro sarà un curiosare proprio sul suo lavoro.
La padronanza degli aspetti tecnici, la conoscenza estetica e formale non sono sufficienti, però, a dare profondità a un contenuto musicale. E' ovvio che un interprete debba possederle, ma senza limitarsi a queste.
Compito dell'interprete è sviscerare l'opera, capirla, possederla, per arricchirla poi in fase esecutiva della propria ricchezza interiore, umana ed estetica, al fine di ridare a quei segni scritti vita pregna di emozioni, di bellezza.
Rivivere la meraviglia in sé e suscitarla in chi ascolta!''


Info e contatti:
Istituto Musicale Michelangeli
Via Armellini, 13 – Conegliano (TV)
Tel./fax: 0438 21190
info@istituto-michelangeli.it
www.istituto-michelangeli.it
Seguici su Facebook 
Cultura, Sport, Conegliano

A Francenigo venerdì la presentazione del libro su Bartali

FRANCENIGO DI GAIARINE. Una serata su Gino Bartali, fuoriclasse del pedale e Giusto delle Nazioni, è la proposta dell’associazione culturale La Corrente. Venerdì 20 gennaio, alle 20.45, nella sala “Damiano Chiesa” di Francenigo di Gaiarine verrà presentato il libro “Gino Bartali. 100 anni di leggenda” del giornalista sportivo Giacinto Bevilacqua il quale ha coordinato un lavoro a più mani impreziosito dai contributi scritti di grosse firme del giornalismo e dell’editoria sul ciclismo quali Marco Ballestracci, Giancarlo Brocci, Claudio Gregori, Paolo Matteo Maggioni, Gianni Mura e Marco Pastonesi e dal materiale da collezione di Renato Bulfon. È emerso il ritratto di un uomo generoso e poliedrico, campione del ciclismo (tre Giri d’Italia, due Tour de France, quattro Milano-Sanremo, tre Giri di Lombardia, quattro campionati italiani) e nella vita, messa a repentaglio durante la seconda guerra mondiale per salvare centinaia di cittadini ebrei e di perseguitati politici. Per questi meriti, mai vantati in vita, Bartali ha ricevuto una medaglia alla memoria dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e il titolo di Giusto tra le nazioni da YadVashem, il sacrario della Memoria di Gerusalemme. Nel corso della serata interverranno il cantautore Pablo Perissinotto, autore della struggente canzone “Aquila divertente”, e Aurelio Cestari, presidente dell’associazione glorie del ciclismo triveneto e già professionista negli anni Cinquanta. 
Conegliano

Giornata del dialetto. Affermazione del sanfiorese Paolo Steffan, atteso in Campidoglio

Si è celebrata ieri la Giornata Nazionale del Dialetto. Dialetto o lingua, il Veneto resta in regione la prima forma di espressione per sette abitanti su dieci. Una vivacità che viene dalla storia, dal legame col territorio e dalle tante declinazioni locali. Una identità che le Pro Loco Unpli non mancano di promuovere anche in questa data simbolica attraverso 4 appuntamenti. Si parte stasera a Sospirolo (BL) per poi fare tappa nei prossimi giorni a Chioggia, Rovigo e Noale.

Ieri è stata anche l’occasione per Unpli Veneto di annunciare i vincitori del Concorso Nazionale “Salva la tua lingua locale” che verranno premiati il 9 febbraio in Campidoglio a Roma. “Fa particolarmente piacere vedere che intellettuali della nostra regione abbiano partecipato, anche su sollecitazione delle nostre Pro Loco, a questo concorso e abbiano conquistato i primi posti. In particolare – afferma Giovanni Follador, presidente Unpli Veneto - ci rende davvero orgogliosi vedere che si tratta di giovani che, attraverso la poesia e la prosa per il teatro, hanno plasmato la lingua veneta rendendola materia viva, reale, parlata e, innalzandola nell’arte, dimostrano quale sia il reale valore di questo patrimonio immateriale, lontano da dimensioni folcloristiche, se ancora c’era bisogno di sottolinearlo”.

Primo posto quindi, nella sezione prosa edita, a Renzo Cremona, 46 anni di Chioggia, un artista che “vive all’interno della lingua”, come lui stesso si definisce. Docente e traduttore di cinese, neogreco, portoghese, georgiano, cultore di italiano e latino, ha compiuto un itinerario formativo vastissimo per ritornare con l’opera “Fossa Clodia” alla sua città (è infatti l’antico nome di Chioggia) e alla sua lingua. Sabato 21 Gennaio 2017, ore 18.00, la Pro Loco di Chioggia – Sottomarina dedica un omaggio a Cremona con "Le paròle le fà busi, rappresentazione teatrale in dialetto veneto tratta dalla sua opera.

Secondo premio, sezione Poesia Inedita, per il 26enne di Castello Roganzuolo di San Fior (Treviso), il giovane Paolo Steffan che ripercorre la grande tradizione poetica di Andrea Zanzotto, recuperando parole legate al paesaggio e al territorio dell’Alta Marca Trevigiana. Segnalazione anche per la veronese Nerina Poggese, tra i finalisti della Prosa Inedita. Menzioni speciali per le Pro Loco venete impegnate con iniziative in difesa del dialetto: Consorzio Pro Loco Basso Veronese, Pro Loco Chioggia – Sottomarina; Pro Loco Montebelluna, Pro Loco Romano d’Ezzelino. La Giuria del Premio Nazionale (composta da Pietro Gibellini, Ugo Vignuzzi, Franco Loi, Vincenzo Luciani, Luigi Manzi, Cosma Siani, Toni Cosenza) è stata guidata a lungo dal prof. Tullio De Mauro in ricordo del quale si apriranno le premiazioni a Roma. A seguire calendario appuntamenti in Veneto da oggi al 3 febbraio.





GIORNATA NAZIONALE DEL DIALETTO – MANIFESTAZIONI IN VENETO



Pro Loco Monti del Sole - Sospirolo, Belluno

Martedì 17 gennaio 2017 ore 20.30

La compagnia Teatro Tre (Università Adulti-Anziani di Belluno) presenta la commedia in dialetto bellunese e veneziano “Per fortuna c’è il teatro” omaggio a Giacinto Gallina – Ingresso Libero

Centro civico di Sospirolo

320 3342082

proloco@sospirolo.net



Pro Loco di Chioggia e Sottomarina, Venezia

Sabato 21 Gennaio 2017 - ore 18.00

"Le paròle le fà busi"

Rappresentazione teatrale in dialetto veneto tratta dall'opera "Fossa Clodia" di Renzo Cremona con premiazione poeta veneto vincitore concorso nazionale

Sala polifunzionale Museo Civico della Laguna Sud - Campo Marconi - Chioggia – Ve



Pro Loco Canaro, Rovigo

28 gennaio alle ore 21

Lettura di proverbi e poesie in dialetto.

presso il Teatro Comunale



Pro Loco Noale, Venezia

3 febbraio 2017 alle ore 20.45

Serata dedicata al dialetto veneto parlato nelle Americhe dall’emigrazione veneta che ha compiuto 141 anni. Saranno illustrati alcuni importanti libri che raccontano la storia e la cultura, anche musicale, dei nostri migranti oltreoceano. Inoltre, saranno mostrate toccanti testimonianze video dell’emigrazione di ieri e di oggi, dalle navi ai volti, dalla sofferenza alla speranza, dalla miseria alla gioia per avercela fatta. Verrà poi ricordato il folclore tramite le musiche e le poesie dei migranti, tramite i giochi tipici, i canti, la culinaria e il valore della fede.

Presso la Sala San Giorgio a Noale

Telefono 3936511212

giorgiamiazzo@gmail.com
Vittorio Veneto

Un bando per il manifesto dell'Adunata Alpini del Triveneto

VITTORIO VENETO. Il Comitato Organizzatore l’Adunata Alpini del Triveneto 2018 presieduto da Francesco Introvigne ha approvato lo schema dei bandi di concorso per la realizzazione di un “Logotipo/Marchio” e di un “Manifesto” con i quali si caratterizzerà graficamente la manifestazione.
Un evento di simile portata deve infatti potersi riconoscere nel mondo della comunicazione e veicolare nel contempo i caratteri di eccezionalità che in esso sono contenuti.
La ricorrenza del Centenario della fine vittoriosa della Prima Guerra Mondiale celebrato proprio nella Città che la visse direttamente non poteva essere condizione migliore per poterla condividere con le decine di migliaia di Penne Nere che confluiranno per celebrarla.
I due bandi approvati sono stati direttamente proposti agli studenti degli Istituti Scolastici Superiori della Città. Resta comunque inteso che al concorso vi potrà liberamente partecipare chiunque.
I requisiti ed alcune particolarità dei contenuti che dovranno essere rappresentati negli elaborati sono dettagliatamente indicati nei rispettivi bandi scaricabili dal sito anavittorioveneto.it.
Il logotipo/marchio sarà comunque utilizzato per la comunicazione sviluppata dalla Sezione ANA. di Vittorio Veneto negli ambiti del marketing territoriale e turistico, cultura, eventi, azioni e iniziative diverse di promozione del raduno, oggettistica, merchandising e ambiti connessi. Oltre che utilizzato e diffuso attraverso tutti i canali e/o mezzi di comunicazione disponibili.
Il manifesto includerà il nome “Vittorio Veneto”, gli anni 1918 e 2018, la parola “Centenario della Vittoria”, oppure il numero 100, l’immagine della Nike di Samotracia, i richiami al Tricolore e ai colori rosso e blu del Gonfalone della Città. Il manifesto dovrà avere gli aspetti caratterizzanti dell’Associazione Nazionale degli Alpini: il cappello alpino, la penna nera con nappina colorata, il logo dell’ANA.
Entrambi gli elaborati dovranno essere corredati da una breve relazione illustrativa sullo studio e sviluppo del progetto grafico (massimo 20 righe), completa di indicazioni tecniche.
Il termine ultimo per presentare i bozzetti è il 13 marzo 2017.
La commissione giudicatrice promuoverà i migliori elaborati per i quali è stato previsto un premio di € 250,00 ciascuno.
Ulteriori notizie e copia dei bandi possono essere anche richiesti scrivendo a vittorioveneto@ana.it.
Nessun oggetto disponibile.
Nessun oggetto disponibile.
LE NOSTRE FOTO
I NOSTRI VIDEO
INVIA UN ARTICOLO
SEGNALA EVENTO

ULTIMA EDIZIONE DE "IL PIAVE"

Ultima edizione
ARCHIVIO
EDIZIONI CARTACEE
Ultimo aggiornamento: 23/01/2017 10:28