Venezia

“Griglie Roventi, a Jesolo sabato il più grande evento di barbeque”

Jesolo - 200 cuochi non professionisti, 100 barbeque, uno show e tanto divertimento: tutto questo è Griglie Roventi. Alla 13esima edizione, l’evento non è solo una competizione culinaria, ma prima di tutto una festa. Il tema di quest’anno è il carnevale, nel nome di quella goliardia che ha sempre caratterizzato lo spirito dell’iniziativa.

Chi verrà in maschera avrà un bonus, ma conquistare la giuria di chef professionisti ed esperti del settore, capitanati dalla foodblogger Angela Maci, non sarà uno scherzo. La giuria valuterà la cottura, il gusto, la preparazione del piatto. Le “armi” saranno uguali per tutti, costine, salsicce, coscette di pollo e il barbeque Weber (in omaggio ai concorrenti).

“In Italia - dichiara Piergiorgio Paladin, organizzatore dell’evento – ogni anno vengono organizzate più di 24 milioni di grigliate: il barbeque è una di quelle passioni che è bella se condivisa. Se Griglie Roventi ha successo è perché ha saputo coinvolgere i griller in una gara in cui prima di tutto è importante stare insieme, cucinare, cantare, ballare. C’è chi viene per vincere, ma ci sono anche tanti partecipanti che vogliono semplicemente divertirsi”.

In 13 edizioni, Griglie Roventi ha coinvolto 3410 aspiranti griller e ben 215 mila spettatori. Quest’anno in tre giorni si è registrato il sold out, anche la lista d’attesa è chiusa.
Sul palcoscenico Cristiano Militello e Elisa Bagordo animeranno Jesolo accompagnati dalla musica dei Fantaghirock.
Griglie Roventi è realizzato da Ideeuropee con il contributo di: Città di Jesolo, Weber, Maxì Supermercati, Whitecode, Forst.

Per partecipare, da concorrenti, basta essere maggiorenni. Tutte le info sul sito www.griglieroventi.com
Cultura

Boschero's Way

Anni fa, precisamente sette - come le note piene - avevamo raccontato un po’ le gesta, o meglio i suoni che puntualmente lei ci regalava dalle frequenze di radio 2 (in calce il link all’articolo archiviato). Poi è passata per alcune stagioni sulla rete ammiraglia con la sua King Kong, trasmissione anch’essa molto gradita agli appassionati del pentagramma. Dalla scorsa settimana è tornata sul 2 (per ora nel week end, ad agosto anche quotidianamente dalle 16 alle 18) con una full immersion di centocinquanta minuti, subito in coda al Programmone di Nino Frassica, fino alle 17 allorché consegna il testimone a Sabrina Nobile e Paolo Calabresi. Il nuovo appuntamento è Pandora, juke box per ascoltatori esigenti, un vaso che a dispetto della mitologia è invece un piacere scoperchiare. Insieme alla musica, curiosità e rubriche in relazione a serie tivù, psicologia, viaggi, recensioni librarie, raduni e tanto altro. Una delle poche, Silvia Boschero, a poter gestire in solitaria un programma lungo e complesso (ci vengono giusto in mente Carolina Di Domenico in versione senza Pier o John Vignola; perfino quel genio del succitato Frassica si avvale di una spalla d’eccezione come Francesco Scali nei panni del cantautore fallito Gianfranco Padda). Annotazioni precise, quelle della Boschero, sostenute da una voce che ha la dolce morbidezza del pandoro, al servizio di Pandora, una delle lune di Alfa Centauri in Avatar, una delle stelle del palinsesto di Radio 2 Rai per un’estate in riva ai festival bar.
http://www.ilpiave.it/index.php?id=498&lang_id=ita


Portogruaro

A Portogruaro il 10 luglio si ricorda il Beato Odorico

Siamo a metà dell’anno odoriciano nel 700° dall’inizio dello straordinario viaggio a Oriente del francescano friulano (di Pordenone, vissuto e morto a Udine). In piena estate le iniziative in progetto fanno memoria di un atto fondamentale, perché giustificante la celebrazione del centenario nel corrente 2018. Odorico da Pordenone non ci dice nell’Itinerarium da lui dettato il tempo della sua partenza ma proprio un documento vergato l’11 luglio 1318 suggerisce che egli non possa essere salpato verso Khanbaliq prima di questa data. Ed essa viene ora “celebrata” nella città dell’ultima – si ritiene – presenza in patria del beato: Portogruaro. Qui, nel refettorio dell’antico convento dei Frati Minori, fratre Odolrico de Portunahonis fece da teste, insieme al confratello Gerardo, pordenonese anch’egli, a un atto del notaio Guglielmino di Egidio da Cividale. Che egli si sia quindi avventurato nel Cathay, in un viaggio che ebbe del sensazionale, da qui dove il fiume Lemene portava in barca a Caorle e quindi a Venezia, la città risaputa della sua partenza? Lo immagina mons. Giancarlo Stival, biografo di Frate Odorico del Friuli, che presiede martedì 10 luglio sera la rievocazione storica, con veglia partecipata in primis dai francescani del Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale, di un fatto che segnò la svolta della vita di fra Odorico e il cui ricordo dà la svolta anche all’anno odoriciano incamminato verso la celebrazione sua ufficiale del mese missionario e francescano di ottobre. L’appuntamento è alle ore 20.30 a partire dal capitello detto di padre Bernardino (via padre Bernardino) per avviarsi da lì al cortile del “Marconi” e alla chiesa di San Cristoforo (esisteva già al tempo del frate), e indi sostare al ponte dei Molini per entrare in Sant’Andrea, dove sarà anche benedetto un ritratto del Beato Odorico per lo stesso duomo. Letture dall’Itinerarium e canti del coro Incanto dell’Oratorio portogruarese “Pio X” si alterneranno fino al palazzo comunale: qui, dall’alto dello scalone, sarà declamato il documento trecentesco. La conclusione sarà all’Oratorio della Pescheria sul Lemene con tutte le suggestioni di partenza via acqua che propone questo luogo, ameno e molto caro al popolo. Alla rievocazione sarà presente la Commissione Beato Odorico per la canonizzazione e il culto con delegazioni da Udine e Pordenone. Porgeranno saluti anche il sindaco del “porto delle gru” Maria Teresa Senatore e l’arciprete del duomo portogruarese mons. Giuseppe Grillo che ospitano la manifestazione centenaria.
Friuli V.G.

Mittelfest fino al 15 luglio

CIVIDALE DELFRIULI - Cosa si intende per “millenials”? Ormai questa parola è entrata nei nostri vocabolari ma pochi ne sanno il corretto significato: si parla della generazione “next” o “net generation” del nuovo millennio, cioè tutti quei ragazzi nati dagli anni Ottanta agli anni Duemila che hanno avuto dimestichezza con le tecnologie multimediali fino dalla più tenera età, creando di fatto una generazione completamente digitale.
Questa è la parola conduttrice dell’edizione 2018 del “Mittelfest” che andrà in scena a Cividale del Friuli dal 5 al 15 luglio.
“Andrà in scena” proprio come una pièce teatrale, perché questo è Mittelfest festival di musica, danza e teatro che come ogni anno ospiterà numerosi eventi collegati al territorio del Friuli Venezia Giulia.
Quest’anno verranno presentati ben 31 progetti tra cui quattro prime mondiali e diciotto prime italiane: un mix spumeggiante di divertimento per una kermesse dal segno internazionale.
Questa edizione ha portato anche due novità: il nuovo logo ed il nuovo direttore artistico Haris Pašović pluripremiato regista teatrale di Sarajevo che ha voluto rivoluzionare ritornando però alle origini.
Il festival si aprirà con uno spettacolo dal titolo “Hymn to love” dell’artista polacca Marta Gornicka che condurrà un coro misto di uomini e donne per far riflettere sulla comunità che tende ad anteporre l’amore per il proprio popolo anziché verso il prossimo. A seguire vi sarà “Winterreise” del regista premiato a Cannes, Kornél Mundruczó, un insieme di musica e canto accompagnate sullo sfondo dalle immagini cruciali dell’immigrazione europea.
A chiudere la prima serata non poteva mancare uno dei tanti punti di riferimento per i “millenials” del territorio ovvero il dj friulano Doro Gjat con i suoi Carnicats che proporrà “Orizzonti verticali live”, un’esibizione dal sapore global che racchiude la missione del giovane rapper: portare altrove la lingua e le tradizioni della sua terra nativa.
Per quanto riguarda i grandi volti del teatro, si esibiranno il 14 e 15 luglio in prima mondiale i “Ricci/Forte” con “Tarmelan” ed il 9 si esibirà Nicola Borghesi con “il giardino dei ciliegi” di Anton Cechov assieme a molti altri attori provenienti da Bosnia, Germania e Croazia che proporranno il proprio lavoro.
La coreografa Josef Nadj presenterà assieme alla sua compagnia slovena una danza che unisce giovanissimi dal Belgio, Croazia e Slovenia dal titolo “Dark Union” (14 luglio).
Appuntamento importantissimo per il territorio si terrà l’11 luglio: un concerto suonato dalla Ljubljana International Orchestra e da alcuni musicisti italiani della Filarmonica di Sarajevo intitolato ‘Ragazzi del '99’, una commemorazione per i giovani che hanno perso la vita sui campi della Prima Guerra Mondiale attraverso la voce ed i strumenti di ragazzi come loro che portano un pezzo del loro paese (provengono infatti da venti paesi europei).
Numerosi saranno i concerti “dopo festival” per continuare assieme fino al calare della notte: dal rapper italiano Mudibi che sbancato tra le nuove proposte a Sanremo, alla spagnola Barcelona Gypsy Balkan Band passando per la band austriaca di world music “Dunkelbunt”.
L’unica cosa da fare è aspettare l’inizio di questa nuova avventura che sicuramente darà tantissima soddisfazione al territorio ed ai suoi abitanti sotto il segno della cultura.


Padova

Miss Patavina, selezione Miss Stella del Mare

PADOVA - Nella suggestiva cornice della scalinata e cortine interno di Palazzo Moroni, si è svolta la 7^ selezione provinciale triveneta del concorso nazionale di Miss Stella del Mare 2018 “Miss Patavina”, dedicata alla bellezza, al talento, alla moda, al benessere ed allo spettacolo.
Evento con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Padova Commissione Pari Opportunità, nonché con il patrocinio della Regione Veneto e l’Ascom di Padova.
L’attore Matteo Tosi, ha aperto l’evento con un monologo dedicato al progetto di solidarietà contro la violenza sulle donne di Casa di Fuga di Padova, con la raccolta di fondi a ciò destinati.
La giuria composta da personaggi del mondo della bellezza, del giornalismo, della moda, dello spettacolo, della televisione, dello sport, della imprenditoria veneta ha decretato le seguenti stelline vincitrici:
- 1^ classificata – MISS PATAVINA – Alice Gazzola di anni 17 di Cittadella (PD),
- 2^ classificata – MISS IMMAGINE – Virginia Reniero di anni 25, di Torri di Quartesolo (VI),
- 3^ classificata – MISS LEGGEREZZA – Giulia Magagnin di anni 18, di Cordenons (PN),
- 4^ classificata – MISS BELLEZZA – Giuliana Trevisan di anni 16, di Orgiano (VI),
- 5^ classificata – MISS SIMPATIA – Matilde L’Abate di anni 18, di Rubano (PD),
- 6^ classificata – MISS BENESSERE – Nicoleta Namaconov di anni 16, di Sambruson (VE),
- 7^ classificata – MISS ELEGANZA – Malenchi Daniela di anni 15, di Padova,
- 8^ classificata – MISS FASCINO – Angelica Berto di anni 17, di Camponogara (VE),
- 9^ classificata – MISS ACADEMY – Anastasia Nicoletti di anni 14, di Polverara (PD),
- 10^ classificata – MISS AMORE – Zoe Meini di anni 17, di Santa Giustina in Colle (PD).
La prima fasciata ha acquisito di diritto l’accesso alla finale nazionale 2017, a bordo di COSTA Magica dal 20 al 27 ottobre; mentre le altre nove fasciate della selezione hanno conquistato l’accesso alla finale del Triveneto.
Il pubblico presente è stato intrattenuto dal tenore di fama nazionale Dario Magnaboso, dalla esibizione di Biollo Cristina con la propria arte del biologico, dalla sfilata degli allievi della scuola di portamento e bon ton Top Team di Dina Mazzuccato Schiller, dalla sfilata di gioielli dell’azienda padovana “Via Fiume 18” indossati dalle madrine trivenete di Miss Stella del Mare.
Un doveroso ringraziamento di Antonella Marcon ai presentatori Matteo Tosi e Vittoria Tomasi, all’Amministrazione Comunale per la preziosa collaborazione offerta nel concedere l’utilizzo di Palazzo Moroni, alle aziende sponsor che credono nel concorso di Miss Stella del Mare ad a tutti i collaboratori che hanno lavorato per l’ottima riuscita dell’evento; una serata di gran classe e stile.
Tutta la serata è stata coordinata dalla consulente di immagine Antonella Marcon, partner triveneto del concorso nazionale di Miss Stella del Mare 2018.
Portogruaro

Giuseppe Bazzo nuovo Direttore del Distretto Unico dell’Ulss4

Nuova nomina ai vertici del distretto unico dell’Ulss4. Infatti da lunedì 2 luglio il dottor Giuseppe Bazzo, già direttore della unità operativa Servizi alla Persona, sarà il nuovo direttore del distretto unico in sostituzione del dottor Pierpaolo Pianozza che andrà svolgere l’attività di Medico di Medicina Generale a Fossalta di Portogruaro.
“In primo luogo ringrazio la direzione generale dell’Azienda Ulss4 per questo importante incarico – dichiara Giuseppe Bazzo –. Incarico che proseguirò in continuità con tutto ciò che è stato fatto di importante sino ad oggi da chi mi ha preceduto, per consolidare attività e servizi con particolare attenzione alle persone fragili del nostro territorio e in generale perseguendo gli obbiettivi che la Regione affiderà al territorio con il nuovo Piano Socio Sanitario in fase di iter approvativo”.
Giuseppe Bazzo dirige ad interim anche il servizio “Pianificazione e gestione dell’assistenza sanitaria ai turisti del turismo sanitario” la cui direzione verrà ora viene assegnata a Cinzia Brunello.
“Ringrazio il dottor Pianozza per il contributo dato in Azienda in questi anni e gli auguro un buon lavoro come Medico di Medicina Generale – dichiara il direttore generale Carlo Bramezza -. Affido la direzione del Distretto a un dirigente di grande e comprovata esperienza, che ci consentirà di continuare ad ottenere importanti risultati per la salute dei cittadini del Veneto Orientale”.
Il Distretto unico dell’Ulss4 è il centro di riferimento e unificante di tutti i servizi sanitari, socio-sanitari e socio-assistenziali territoriali; sede di gestione e organizzazione dei servizi territoriali. Al distretto competono infatti il coordinamento delle attività di assistenza primaria, come quelle riferite ai Medici di Medicina Generale, Pediatri, Continuità Assistenziale (ex guardia medica), assistenza consultoriale, protesica, farmaceutica, disabili, anziani e altre attività.
Nessun oggetto disponibile.
Nessun oggetto disponibile.
LE NOSTRE FOTO
I NOSTRI VIDEO
INVIA UN ARTICOLO
SEGNALA EVENTO

ULTIMA EDIZIONE DE "IL PIAVE"

Ultima edizione
ARCHIVIO
EDIZIONI CARTACEE
Ultimo aggiornamento: 21/07/2018 11:46