Sport

Roberto industria alimentare è Regional Supporter dei Mondiali di Sci Alpino

Firmata la partnership per la sponsorizzazione di Cortina 2021: Roberto industria alimentare è Regional Supporter dei Campionati del Mondo di Sci Alpino.

SUSEGANA - Industria Alimentare, che dal 1962 produce grissini, pane per tramezzini, pane per hamburger e piadine è Regional Supporter dei Mondiali Cortina 2021 che si svolgeranno dal 7 al 21 febbraio 2021.

La manifestazione, che si terrà nella Regina delle Dolomiti, incarna i valori positivi da sempre propri dello sport come tradizione, autenticità e amicizia, gli stessi valori in cui, da sempre, si identifica il brand Roberto.

Roberto Industria Alimentare esporta in più di 40 paesi Worldwide e sarà presente alla manifestazione con i propri prodotti che saranno offerti ad atleti, VIP, giornalisti e addetti ai lavori durante tutta la durata dell’evento e si potranno trovare anche nelle Lounge Tofana e Druscié.

“La collaborazione con Cortina 2021 - commenta Marta Canzian, presidente di Roberto Industria Alimentare – nasce dalla volontà di valorizzare lo sport, dando un segnale di vicinanza ad atleti, organizzatori e volontari che stanno operando, in un momento storico inaspettato, ad un evento di portata mondiale che avrà tutti i riflettori puntati addosso e che si terrà su un’area di grandissimo fascino non solo per il Veneto ma per l’Italia intera”.

“Le eccellenze italiane si affiancano ai nostri Mondiali e per noi questo è motivo di soddisfazione – aggiunge Valerio Giacobbi, amministratore delegato di Fondazione Cortina 2021 – Lo sport è un veicolo di valori importanti, senza dimenticare che una sana alimentazione è alla base di ogni successo, agonistico e non solo”.

Il marchio Roberto, durante tutta la durata dell’evento, sarà presente sui banner della venue e l’evento ampezzano sarà un’opportunità unica di networking in alta quota con visibilità all’interno e all’esterno delle competizioni sportive.

Salute

Vaccino Day alla "Francescon" di Portogruaro

PORTOGRUARO - Con l'arrivo di 200 dosi è iniziata alla Residenza per Anziani "Francescon" la somministrazione del vaccino contro il Covid-19. I primi a sottoporsi all'iniezione sono stati gli ospiti, quindi il personale sanitario e gli operatori socio sanitari della struttura. Presente anche una delegazione dell'azienda sanitaria, guidata dal direttore generale dell'Ulss 4 Carlo Bramezza. L'iter di vaccinazione è iniziato e proseguito senza particolari problemi. «L'arrivo del vaccino è un segnale importante», ha commentato la presidente dell'Ipab "Francescon", Sara Furlanetto, «un primo passo verso il ritorno alla normalità, anche se sappiamo che ci vorrà ancora del tempo e il percorso sarà lungo. Siamo felici che gli anziani della nostra struttura e il personale siano tra i primi a poter essere vaccinati. L’aver iniziato proprio da queste categorie di persone è un segnale per tutta la cittadinanza: ripartiamo dai più fragili e deboli, ma ripartiamo anche dalla nostra storia! Desideriamo infine esprimere gratitudine verso il personale dell’Azienda Ulss per il supporto che ci ha garantito e ci garantisce ogni giorno: insieme abbiamo attraversato la fase più dura ma anche sempre lavorato e collaborato per proteggere la nostra struttura dal Covid».
Come previsto dal protocollo, il vaccino verrà ripetuto dopo 21 giorni, ossia il 25 gennaio per completare la copertura. Alla "Francescon", infine, continuano senza sosta anche i tamponi, eseguiti ogni 4 giorni sugli operatori e ogni 20 sugli ospiti. Tutti gli anziani sono negativi al virus.
Nessun oggetto disponibile.
Ultimo aggiornamento: 19/01/2021 15:07