Cultura, Conegliano

Antonio Bernardi. L’uomo, l’artista, il collezionista

CONEGLIANO - La mostra intende mettere in luce la grande passione per l’arte di Antonio Bernardi (Revine Lago1932- Conegliano 2017), Direttore generale della Banca Prealpi dal 1966 al 1988. Uomo colto e riservato, pittore, scultore e collezionista, ha trasferito nel colore e nella materia la sua profonda umanità e acuta sensibilità. All’ingegno e alla lungimiranza in ambito professionale (sua l’idea –risultata poi vincente- nel lontano aprile del 1970, di incorporare le Casse Rurali ed Artigiane di Montaner e Revine nella Cassa Rurale ed Artigiana di Tarzo, poi mutata in Cassa Rurale ed Artigiana delle Prealpi), Antonio Bernardi ha saputo accostare un’intelligenza emotiva che nell’espressione artistica ha trovato fondamento, identità e urgenza creativa. Notevole la produzione di tele dedicate al paesaggio locale e alla natura morta e la realizzazione di piccoli gruppi scultorei in terracotta patinata, simile a bronzo, con soggetti classici e mitologici. L’amore per l’arte ha trovato anche nel collezionismo di opere a respiro locale e internazionale una voce forte e importante, a testimonianza di una vocazione autentica e sincera rivolta a tutti gli orizzonti del bello.
La mostra e il catalogo, edito da Marsilio, documentano una selezione significativa e rappresentativa delle opere realizzate da Antonio Bernardi e parte della sua prestigiosa collezione.

Nota biografica dell’artista Antonio Bernardi
Nato a Revine Lago (TV) il 14 agosto 1932, fin da bambino è affascinato dal mondo dell'arte. Sogna di iscriversi ad un Istituto d'arte e visitare i musei del mondo, ma la famiglia lo indirizza, dopo le Scuole Medie, ad un corso per ragionieri che pur essendo lontanissimo dalle sue aspirazioni, conclude brillantemente.
Seguono anni impegnativi, pieni di difficoltà ma anche di soddisfazioni. La famiglia e le responsabilità di Direttore della Cassa Rurale ed Artigiana delle Prealpi assorbono tante energie, ma riesce a coltivare la storia dell’arte, affinare le innate abilità nel disegno e nelle varie tecniche, al punto tale che, con passione, esercizio e sincera dedizione, giunge a realizzare, autonomamente, una vasta produzione pittorica e scultorea. Degni di nota i dipinti a soggetto religioso nella chiesa Arcipretale di Tarzo e nella chiesetta alpina di San Pietro, sempre a Tarzo. Muore nel febbraio del 2017. Le sue opere sono presenti in collezioni private e nei Musei Civici di Vittorio Veneto. 

L’Associazione Contrada Granda di Conegliano in collaborazione con il Comune di Conegliano presenta:

Galleria ‘900 di Palazzo Sarcinelli, Conegliano 
8 febbraio - 1 marzo 2020

a cura di Lorena Gava e Roberto Piccin

Inaugurazione e presentazione del catalogo sabato 8 febbraio 18.00 
Orari di apertura: venerdì/sabato/domenica: 10.00/12.30 - 15.00/19.00

Con il contributo di Banca PrealpiSanbiagio

Ingresso libero

Nessun oggetto disponibile.
LE NOSTRE FOTO
I NOSTRI VIDEO
INVIA UN ARTICOLO
SEGNALA EVENTO

ULTIMA EDIZIONE DE "IL PIAVE"

Ultima edizione
ARCHIVIO
EDIZIONI CARTACEE
Ultimo aggiornamento: 07/04/2020 17:02