Treviso

Coronavirus, annullata l’Antica Fiera di Godega 

Godega di Sant’Urbano - Emergenza coronavirus: annullata l’Antica Fiera in programma da sabato 29 febbraio a lunedì 2 marzo, come pure le iniziative del Carnevale con gli asinelli previste negli spazi fieristici lunedì 24 e martedì 25 febbraio.

Dopo aver partecipato oggi pomeriggio al summit con Prefetto, Ulss 2, dirigente scolastico provinciale e gli altri sindaci della Marca Trevigiana indetto per affrontare l’emergenza coronavirus, la prima cittadina di Godega di Sant’Urbano Paola Guzzo annuncia la sospensione dell’edizione 2020 dell’Antica Fiera di Godega.

«A malincuore, ma con senso di responsabilità, annulliamo l’Antica Fiera di Godega e ogni evento ad essa collegata – afferma la sindaca Paola Guzzo -. La salute dei cittadini prima di tutto. Il Governatore Luca Zaia ha ribadito che bisogna circoscrivere l’emergenza facendo anche dei sacrifici e tutelare la salute dei cittadini. E con senso di responsabilità anche noi annulliamo la fiera. Una decisione che non ha precedenti. Purtroppo questa scelta viene presa quando di fatto la manifestazione era pronta e alle porte, dopo averci lavorato per diversi mesi. Si tratta di un duro colpo anche per noi organizzatori. Ma ribadisco: la salute dei cittadini prima di tutto».

Dopo il vertice a Treviso e la firma dell’ordinanza da parte di Ministero e Regione, per il Comune di Godega di Sant’Urbano l’annullamento della Fiera è stato un passo obbligatorio. «Abbiamo ragionato sulla possibilità di spostare più avanti l’appuntamento, ma non sappiamo ancora se l’emergenza coronavirus si concluderà il primo marzo – aggiunge l’assessore all’Antica Fiera di Godega Paolo Attemandi -. E poi ci sono in cartellone già altre fiere ed appuntamenti sul territorio. Sentiti alcuni degli storici espositori della nostra fiera, abbiamo convenuto che non è possibile rinviare l’appuntamento. Per la prima volta nella storia siamo quindi costretti ad annullare la fiera e ogni altro evento previsto nel corso della settimana. Per il nostro Comune si tratta di un danno economico non indifferente, ma vista l’emergenza sanitaria ci preme prima di tutto la salute dei cittadini».

Ultimo aggiornamento: 08/07/2020 17:37