Italia

Dante Alighieri, 'c'è un nuovo interesse per l'italiano'

ROMA - "C'è assolutamente un momento nuovo di interesse per l'italiano, anche per un italiano microlingua che è verticale e di interesse per vari settori in particolare, come l'arte e letteratura. E da qualche tempo cominciamo a utilizzare la frase 'Made by Italy', perché vogliamo un italiano sempre più moderno che si rivolge ai settori di produzione del Made in Italy, quelli di tipo più innovativo a partire dalle nanotecnologie o altri settori in cui l'Italia sarà sempre più presente nel mondo". A sottolinearlo è Andrea Lemma, direttore generale del Dante Alighieri Lab, tra i protagonisti dell'evento conclusivo delle Giornate della formazione italiana nel mondo alla Farnesina.

Quello di oggi è "un evento di Sistema Paese che mette insieme i soggetti più importanti pensando a una riorganizzazione dell'assetto scolastico all'estero, punto sul quale la Dante Alighieri vuole insistere, insieme al tema della digitalizzazione", ha spiegato Lemma. Spiegando le iniziative della Dante Alighieri, "in questo tempo di pandemia, speriamo conclusivo, la società ha insistito molto su una piattaforma educativa sostenuta dalla Farnesina e inaugurata dal Presidente Mattarella, Dante.Global, anche a supporto dell'espansione della Dante Alighieri nelle scuole italiane all'estero. Noi abbiamo una rete molto ampia, fatta di 482 comitati nel mondo, 350 centri di esame, 163 presidi letterari e circa 134 mila soci in tutto il mondo.

Abbiamo idea di sviluppare il più possibile il comparto delle scuole all'estero, soprattutto partendo dalle scuole che già esistono in Argentina, Russia, Paraguay, Albania", ha sottolineato il direttore del Dante Alighieri Lab. 

Ultimo aggiornamento: 02/12/2022 14:34