Sport, Vittorio Veneto

Il 2 luglio a Colle Umberto c’è “Inseguendo Bottecchia”

COLLE UMBERTO - La Pro Loco rende omaggio alla figura del grande ciclistica e concittadino Ottavio Bottecchia (1894-1927), primo italiano a vincere il Tour de France (nel 1924 e poi nel 1925). E lo fa dedicandogli la giornata di sabato 2 luglio, una giornata che sarà scandita da numerosi eventi sotto il titolo di “Inseguendo Bottecchia”.

PRO LOCO PER BOTTECCHIA. «La data di questo evento non è stata scelta a caso – spiega Tiziana Gottardi, presidente della Pro Loco di Colle Umberto -: il 2 luglio del 1924 si correva la sesta tappa del Tour de France che Bottecchia vinceva in modo straordinario e proprio con il racconto di quella tappa si apre il libro “Il corno di Orlando. Vita, morte e misteri di Ottavio Bottecchia” scritto da Claudio Gregori, uno degli ospiti della serata-evento che renderà memoria al nostro campione e ad altri grandi ciclisti di inizio Novecento».

“Inseguendo Bottecchia”, format ideato dalla Pro Loco, ha debuttato lo scorso anno. «Ci stiamo preparando alle celebrazioni del centenario della vittoria di Bottecchia al Tour de France: nel 2024 ricorderemo in modo dignitoso questo nostro concittadino che fu il primo italiano a vincere il Tour e anche il primo ciclista ad indossare la maglia gialla ininterrottamente dalla prima all’ultima tappa» fa memoria la presidente.

Bottecchia è molto conosciuto oltralpe, meno a livello italiano, da qui l’impegno della Pro Loco. «In una zona come la nostra vocata al ciclismo, sono tante le persone che arrivano in bici a San Martino e cercano qualche testimonianza di Bottecchia. Ci sono la sua casa natale, il monumento e nel cimitero la tomba di famiglia, tutti luoghi in cui i ciclisti e gli appassionati di ciclismo d’altri tempi fanno una tappa – spiega Gottardi -. E come Pro Loco, insediatasi a febbraio 2020, siamo al lavoro non solo per promuovere il territorio, ma anche le sue eccellenze. E una di queste è appunto Bottecchia. Abbiamo colto tra gli appassionati di ciclismo che c’è la volontà di ricordare chi in epoche difficili e con mezzi limitati ha comunque fatto delle imprese eroiche. E così ci siamo impegnati in un progetto che risvegliasse negli animi il ricordo di chi era Bottecchia, come uomo, durante la Grande Guerra era stato un bersagliere ciclista ed aveva testimoniato più volte in battaglia il suo legame alla vita meritando una medaglia di bronzo al valor militare, e come ciclista. Ed essendoci ancora pochi dei suoi parenti in vita, come Pro Loco ci siamo sentiti di prendere le redini per ricordarlo in modo dignitoso e fare in modo che questo uomo riemerga anche tra i più giovani».

IL PROGRAMMA. “Inseguendo Bottecchia” si aprirà sabato 2 luglio alle 9.30 nella piazzetta a lato della rotatoria di Mescolino (viale Bottecchia) con il saluto delle autorità e brevi letture suggestive su Bottecchia. Alle 10 l’apertura dell’esposizione dedicata al campione di ciclismo che sarà visitabile per tutta la giornata e fino alle 18.30.

Alle 10.30 la partenza di una passeggiata guidata sui luoghi cari a Bottecchia (percorso di circa 5 km, durata circa 2 ore) che toccherà la sua casa natale, il monumento e il cimitero. Durante la giornata bar, ristoranti e pasticceria di San Martino di Colle Umberto proporranno dei menù a tema e dedicati a Bottecchia con possibilità anche di asporto (sarà possibile usufruire di un’area picnic nel vicino parco di piazza Marconi).

Nel pomeriggio, dalle 16 alle 18.30, sempre a San Martino gara di short track, categoria giovanissimi, organizzata dalla Cicloturistica Vittorio Veneto A.S. Dilettantistica F.C.I.

Alle 20.30, nel parco IV Novembre, la serata-evento “Dialogo su Bottecchia”. Interverranno Giancarlo Brocci, ideatore dell’Eroica, la celebre manifestazione cicloturistica che rievoca il ciclismo di un tempo, e Claudio Gregori, giornalista della Gazzetta dello Sport e scrittore (autore anche di un libro dedicato a Bottecchia). Nel corso della serata si ripercorreranno storia e gesta di Bottecchia, un viaggio nel ciclismo di inizio Novecento ricordando anche le imprese di Bartali e Coppi. Per gli appassionati di ciclismo d’altri tempi un evento imperdibile.

In caso di maltempo la mostra sarà in forma ridotta, la passeggiata e la gara ciclistica saranno annullate, mentre l’incontro serale si sposta nella palestra di Colle Umberto.

“Inseguendo Bottecchia” sarà anticipato venerdì 1° luglio, alle 21 nel parco IV Novembre, da “Immalia – multivisioni sotto la luna” una serata organizzata da Inquadra, in collaborazione con la Pro Loco di Colle Umberto, che propone una proiezione su un maxischermo di cortometraggi realizzati con fotografie montate e accompagnate in modo suggestivo da musiche. I temi trattati dai vari cortometraggi spaziano dai viaggi alla natura, dalla cultura alla quotidianità.


Ultimo aggiornamento: 11/08/2022 23:13