Mondo

Costa Venezia approda in Cina

Con una stazza di 135.500 tonnellate lorde, una lunghezza di 323 metri e una capacità di oltre 5.200 ospiti, Costa Venezia – ultima nata in casa Costa Crociere – è la più grande nave introdotta da Costa nel mercato cinese, dove la compagnia italiana è entrata per prima nel 2006 ed è attualmente leader. Costruita presso lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone, Costa Venezia propone una serie di innovazioni mai viste prima, pensate in maniera specifica per la clientela cinese, che porteranno gli ospiti alla scoperta della cultura, dello stile di vita e delle eccellenze italiane, a cominciare dagli interni, ispirati alla città di Venezia.

A bordo di Costa Venezia sono installati 31 ascensori e 4 scale mobili “firmati” Schindler: 35 impianti realizzati con la tecnologia più avanzata dalla Business Unit Marine del Gruppo che, con il suo centro di competenza tutto italiano, rappresenta il fiore all’occhiello dell’Azienda. Schindler Marine, nata in Italia nel 1995, con oltre 2.500 impianti installati su navi da crociera e mega yacht, è tra i principali fornitori di ascensori e scale mobili per il settore crocieristico a livello mondiale.

Dei 31 ascensori presenti su Costa Venezia 16 sono equipaggiati con PORT Technology, l’innovativo sistema che migliora la gestione dei flussi dei passeggeri a bordo e consente un processo di imbarco e sbarco più agevole ed efficiente delle migliaia di ospiti della nave. Nello specifico, test a bordo di Costa Venezia – e di altre navi simili per dimensioni e capacità – hanno dimostrato come PORT Technology consente un risparmio di tempo fino al 40% durante i momenti di picco nell’utilizzo degli ascensori, in particolare durante le delicate fasi di imbarco e sbarco dei passeggeri.

“Siamo orgogliosi di aver segnato con l’introduzione di PORT Technology un cambiamento sostanziale nell’ambito della mobilità in mare. I benefici sono tangibili: una gestione dei flussi di persone più efficiente, che si traduce in minori tempi di attesa e di permanenza in ascensore, meno fermate intermedie e meno energia consumata dal sistema. Il feedback da parte dei Clienti è estremamente positivo, così come quello degli utenti che ne apprendono in modo immediato l’utilizzo: questo ci incoraggia a proseguire sulla strada dell’innovazione anche in futuro” ha affermato Fabio Lavezzi, Direttore della Marine Unit di Schindler.

Paolo Cassani, Marine Unit Manager, ha commentato: "Costa Venezia – costruita in Italia, da un cantiere italiano e con bandiera italiana – è l’emblema del “Made in Italy” in Oriente: siamo felici che su di essa ci sia anche la “firma” della nostra Marine Unit, un’eccellenza tutta italiana all’interno del Gruppo Schindler, con un team di progettisti e tecnici altamente specializzati, con base a Concorezzo (MB) ed uffici a Miami (USA) e Shanghai (Cina)”.

L'8 marzo scorso Costa Venezia è partita da Trieste per la crociera inaugurale: un viaggio lungo ben 53 giorni, sulle orme di Marco Polo, che ha attraversato il Mediterraneo, il Medio Oriente, il sud-est asiatico e l'Asia orientale, per arrivare infine a Tokyo. Dal 18 maggio 2019 Costa Venezia è dedicata esclusivamente alla clientela cinese, offrendo crociere in Asia con partenza da Shanghai.


Mobilità intelligente con PORT Technology

La sofisticata tecnologia PORT di Schindler è basata sul principio del «controllo della destinazione»: l’ascensore conosce, prima che il passeggero entri in cabina, la sua destinazione, così come – ad esempio nel caso di passeggeri con disabilità – eventuali specifiche necessità. Il passeggero seleziona il ponte a cui desidera andare sull’elegante terminal touch di PORT posto nella lobby all’esterno degli ascensori e viene immediatamente indirizzato alla cabina che lo porterà a destinazione il più rapidamente possibile. Infatti, a tutte le persone che devono andare allo stesso ponte verrà assegnato il medesimo ascensore, con una riduzione del numero di fermate intermedie e del tempo di corsa. Le cabine tornano disponibili più rapidamente, in modo da servire altri passeggeri, aumentando così il numero complessivo di persone trasportate a parità di tempo.


Il Gruppo Schindler

Nato nel 1874 a Lucerna, in Svizzera, Schindler è oggi un gruppo multinazionale leader nella mobilità urbana, presente in più di 140 Paesi al mondo, con siti di produzione e centri di ricerca e sviluppo negli Stati Uniti, in Brasile, Europa, Cina e India.

L’Azienda si occupa della progettazione, installazione, manutenzione e modernizzazione di ascensori, scale e tappeti mobili per ogni tipologia di edificio. Il Gruppo impiega oltre 63mila persone a livello mondiale, è quotato alla borsa di Zurigo e nel 2018 ha raggiunto un fatturato pari a 10,87 miliardi di CHF (circa 9,61 miliardi di Euro). In Italia, l’Azienda conta circa 1.500 dipendenti ed è presente con una rete capillare su tutto il territorio nazionale attraverso 32 tra filiali e uffici territoriali. Schindler favorisce lo sviluppo urbano sostenibile fornendo soluzioni di mobilità sicure, affidabili ed intelligenti.


Il Gruppo Costa

Costa Crociere (www.costacrociere.it) è una compagnia italiana che fa parte di Carnival Corporation & plc, il più grande gruppo crocieristico al mondo. Da oltre 70 anni le navi della flotta Costa portano in tutti i mari del mondo l’ospitalità e le autentiche vacanze in stile italiano, all’insegna di cibo squisito, vini selezionati, esperienze di shopping uniche e una vasta offerta di famosi marchi italiani. Attualmente la flotta Costa comprende 15 navi in servizio, tutte battenti bandiera italiana. Nel 2019 e 2021 è prevista la consegna di altre due nuove navi di ultima generazione, alimentate a gas naturale liquefatto (LNG), il combustibile fossile più “pulito” al mondo, una vera e propria innovazione a livello ambientale. Costa rappresenta l’eccellenza italiana ed ogni giorno eccede le aspettative dei propri ospiti con esperienze di vacanza uniche ed indimenticabili, grazie ai circa 19.000 dipendenti in tutto il mondo, che lavorano quotidianamente per offrire il meglio dell’Italia a bordo, in 140 differenti itinerari, 250 destinazioni e 60 porti di imbarco.
Portogruaro

Cambio al vertice del Lions Club di Portogruaro

Passaggio del martello per il Lions Club di Portogruaro tra il Presidente uscente Vincenzo Pellegrino e il Presidente eletto Giorgio Doretto. Alla cerimonia hanno partecipato i soci e alcuni ospiti tra cui il comandante della Compagnia Carabinieri di Portogruaro maggiore Michele Laghi.

Nel corso della serata il Presidente Pellegrino ha fatto una sintesi delle diverse iniziative che hanno caratterizzato l'annata, “rivolte essenzialmente – ha sottolineato – al mondo dei giovani che rappresentano il nostro futuro”. Al riguardo ha ricordato in particolare l'incontro sul tema delle dipendenze e delle tossicodipendenze, affrontato alla presenza di oltre 200 studenti degli istituti scolastici superiori, e quello sulla violenza di genere con la testimonianza dell'avvocato Lucia Annibali che ha parlato della sua terribile aggressione con l'acido subìta nel 2013, illustrando il suo successivo impegno sociale e civile, e anche politico, su questo versante. Pellegrino, che ha ringraziato il consiglio e tutti i soci per la preziosa collaborazione avuta, ha poi fatto cenno ai vari service realizzati, da quelli “istituzionali” come il Progetto Martina, il Poster per la Pace e il Lions Quest, a quelli più di carattere “locale”, soprattutto il service a favore delle famiglie che si trovano in situazioni di disagio per le quali, attraverso il Mercatino solidale del libro svoltosi in due fasi, è stata realizzata una raccolta fondi che consentirà la consegna di apposite “card” prepagate che verranno distribuite per la spesa alimentare attraverso le parrocchie del Comune. “Di momenti importanti – ha evidenziato Pellegrino – ne abbiamo avuti diversi, anche in collaborazione con i club della zona, e questo club, che si appresta a celebrare fra un paio d'anni, il suo cinquantennale, deve essere da un lato orgoglioso di quanto ha fatto e dall'altro cercare di rinforzare, attraverso il coinvolgimento di giovani, la sua base sociale per una concreta continuità”. A lui è stato consegnato poi il distintivo di Past President da parte del Past Governatore Gianni Dovier, mentre il neo Presidente Giorgio Doretto, già segretario per alcuni anni del Club oltre ad essere stato anche segretario distrettuale, ha brevemente fatto cenno a quelle che saranno le sue linee programmatiche, dando comunque appuntamento a tutti per l'apertura dell'anno lionistico che si terrà il 6 settembre con il tradizionale concerto in occasione del Festival Internazionale di Musica a Portogruaro e l'altrettanto tradizionale consegna delle borse di studio Lions ad alcuni giovani musicisti. Doretto ha poi illustrato la sua squadra che sarà composta, oltre che dal Past President, dal primo Vice Gianni Dovier, dal secondo Vice Massimo Zanon, dal Segretario (e responsabile della comunicazione) Lucio Leonardelli, dal Presidente del Comitato Soci e GMT Marco Zecchin, dal Cerimoniere Cesarina Miserendino, dal Censore Marzio Albano, dal GST Antonio Bertoncello, dal Tesoriere Renzo Vaccher e dai Consiglieri Roberto Barbuio, Angelo Tabaro e Sergio Tabaro.

Cultura

Moonight

Appollaiato con la dodici corde sul dondolo di una piccola pensione a Riccione. Lavorando su un’idea di Chano Franchi avevo appena ultimato Suite per Brian Jones, quasi sette minuti di canzone dedicata al polistrumentista fondatore degli Stones venuto tragicamente a mancare, forse assassinato, qualche settimana prima (una ballata che avrei eseguito di lì a pochi mesi in uno dei grandi spettacoli off di Geri Palamara, maestro di plexidiane, blue holes, isole transtemporali e altrorealismo). Mi trovavo da quelle parti insieme al referente e responsabile Roberto Landini contestualmente alla promozione della nuova batteria Hollywood 2000 messa sul mercato dalla Meazzi. L’avevamo fatta provare un po’ in tutta la zona: alla Locanda del Lupo di Mulazzani a Miramare (New Trolls, Mal, Mario Tessuto, Patrick Samson Set, Al Bano) o all’Altro Mondo (Battisti e la Formula Tre, ospite d’eccezione l’annunciatrice Mariolina Cannuli; ricordo con affetto il drummer del trio Tony Cicco il quale mi regalò dei suoi calzoncini da bagno), passando da Misano o dall’Eden Rock di Gabicce Monte (Caterina Caselli, Dik Dik, Don Backy coi suoi Fuggiaschi), perfino allo stadio di Rimini durante un concerto di Celentano insieme a Jack La Cayenne... Ma quella sera la musica veniva in seconda battuta, compreso il provocante successo della stagione sussurrato dalla coppia Jane Birkin-Serge Gainsbourg. Aspettavo con crescente trepidazione, come milioni e milioni di occhi in tutto il pianeta, il momento magico in cui Armstrong avrebbe posato il piede sul remoto suolo selenico. Poco dopo le 22 ora italiana, Tito Stagno con Andrea Barbato da Roma e Ruggero Orlando da Houston ci avrebbero fatto vivere doppiamente l’attimo cruciale grazie a quella manciata di metri di scarto: Ha toccato! No, non ha toccato… Ripensandoci oggi, tutti siamo stati sulla luna. Con la fantasia, con la speranza, con i versi di Leopardi e Shakespeare, grazie a un intimo sogno ricorrente o seguendo per l’appunto la diretta di cinquant’anni fa, da quei televisori in bianco e nero che avevano però dentro tutti i colori. Quindi, alla faccia del complotto che descrive l’allunaggio come la più grande fake news della storia, noi là ci siamo stati eccome! Se mai l’unico cruccio è questo: pare che il primo uomo lassù abbia anche abbandonato i primi rifiuti spaziali. Eh già, nessuno è perfetto. Ci sarebbe da riflettere. Va beh... Ma che splendida gran notte di luna!

(Qui di seguito il link al brano compendiato nell’immagine sopra:
https://www.youtube.com/watch?v=EtlWI7q1HrA Per chi volesse inoltre ascoltare lo scalcinato provino-omaggio a Brian Jones, basta cercare sul maledetto benedetto Tubo il canale Maridarbi)
Sport, Vittorio Veneto

Karate Club Cordignano: due ori mondiali a Bratislava 

Il Karate Club Cordignano continua ad affermarsi in campo internazionale: questa volta con due medaglie d’oro al Campionato Mondiale WUKF svoltosi dal 20 al 23 giugno scorsi a Bratislava (Slovacchia).
Michelin Alessia (su convocazione della Nazionale Italiana FESIK), Ardengo Thomas e Mioni Michael hanno rappresentato l’Italia e i colori di Cordignano all’evento iridato dimostrandosi autori di superbe prestazioni.
Michelin Alessia è riuscita a laurearsi campionessa mondiale nella categoria Kata Shitoryu Junior, riservata alle atlete dai 18 ai 20 anni, affermandosi davanti ad Inghilterra e Italia. Postasi al vertice della classifica già durante le semifinali, ha rafforzato il proprio primato anche in finale, facendo risuonare l’Inno di Mameli alla sua prima esperienza con la maglia della Nazionale Italiana FESIK.
Mioni Michael, è riuscito a sbaragliare i 25 avversari e conquistare la medaglia d’oro nella categoria kata all styles children F (dedicata agli atleti di 11 anni cinture marroni e nere di tutti gli stili di kata), condividendo il podio con un atleta russo e un inglese. Un altro risultato da aggiungere al proprio palmarès che, nonostante la giovanissima età, vanta di medaglia prestigiose che fanno sicuramente ben sperare per il futuro.
Ardengo Thomas ha sfiorato il podio, classificandosi 4° nella categoria kata shitoryu cadetti B (14-15 anni) e centrando la finale (6° posto finale) anche nella categoria kata all styles cadetti B, dando battaglia ai vertici della classifica in ogni fase di gara, che man mano ha visto scremare dagli oltre 40 atleti i 6 migliori.
Al Campionato hanno partecipato ben 83 federazioni appartenenti a 41 stati diversi, tra cui Romania, USA, Qatar, Repubblica Ceca, Argentina, Messico, in cui la Nazionale Italiana FESIK ha conquistato il 4° posto assoluto.
Grandissimo orgoglio da parte degli atleti per aver potuto rappresentare l’Italia in questa manifestazione e per i risultati ottenuti, che non vedono l’ora di poter ripetere e migliorare alla prossima occasione, e per i quali ringraziano il Maestro Da Ros che in questi mesi con gran dedizione li ha preparati alla competizione e fatti crescere negli anni, e l’allenatore della Nazionale FESIK Riccardo Ragno per averli guidati durante la competizione.
Immensa soddisfazione da parte del Maestro Costantino Da Ros, e di tutta la Società per i brillanti risultati ottenuti in questo campionato del mondo. Sono sicuramente la ciliegina sulla torta di una stagione che rimarrà agli annali e che è stata ampiamente festeggiata lo scorso weekend con un PicNic che ha coinvolto atleti, maestro, istruttori, direttivo, genitori, simpatizzanti ecc.
Ricordiamo infatti che nella stagione agonistica 2018-2019 il Karate Club Cordignano ha conquistato 2 titoli mondiali (Michelin e Mioni), 1 europeo (Cavarzerani), 5 titoli italiani (Cavarzerani x2, Michelin x2, Mioni), 4 ori di Coppa del Mondo (Cavarzerani, Drzewiki, Michelin, Mioni), 9 titoli triveneto (Maso x2, Ardengo, Del Col, Da Re, Mioni, Cavarzerani, Michelin, squadra Maso-Lavina-Tardivo), classificandosi inoltre come miglior società stile Shitoryu al Campionato Italiano FESIK e al Campionato Triveneto.
Adesso è il momento di una breve pausa estiva per recuperare le energie e ripartire con la nuova stagione proprio da questi risultati.
Treviso

Nuovo Ponte della Priula, le perplessità del Comitato Imprenditori Veneti Piave 2000

PONTE DELLA PRIULA - Inserzione del Comitato imprenditori Veneti Piave 2000: “Ci siamo impegnati alla salvaguardia del Piave, alla sicurezza del ponte Monumentale sul Piave Grande Guerra (e delle palificazioni in legno del ponte in legno del 1700/1800). A Susegana ci è rimasto il bellissimo ricordo del grande prof. Passolunghi con le sue conferenze e libri che ci ricordano la lunga storia del nostro paese; del presidente del gruppo archeologico del Montello, Tarcisio Zanchetta, che ha fatto ricerche negli archivi di Treviso e Venezia dove conferma a Susegana tre castelli medievali, e non due come stampato sui cartelli stradali, perché prima del Conti di Collalto c’erano i Conti di Colfosco con il loro castello sul colle della Tombola dove ancora oggi ci sono i ruderi, però via via in stato di abbandono in quanto la gente, le intemperie e l’edera demoliscono quello che è rimasto, cancellando la storia! 

Il ponte Monumentale fatto al tempo per careggi, carri agricoli e carrozze doveva rimanere come tale ed essere adibito a uso ciclo-pedonale e utilizzato per parate storiche ed esposizioni di opere artistiche di scultori mondiali. 
Il lavoro svolto rappresenta una distorsione storica! Per fortuna che le istituzioni non possano metter mano sui castelli essendo privati!

Nelle interviste fa piacere vedere i negozianti felici che però dovrebbero anche capire che non si può vivere in un paese soffocato da traffico e smog. Non ci si rende conto di quanto tempo comporta percorrere il tratto d strada Conegliano - Susegana - Quartier del Piave - Montebelluna - Pedemontana; non se ne può più tra incollonamenti ai semafori e rotonde intasate. Se ne è parlato recentemente a Unindustria Treviso per cosa fare al ponte di Vidor. Qui da noi il guaio è fatto e staremo incolonnati! Auspicando che a Vidor capiscano che il passo della Calchera sia baypassato da un nuovo ponte.

Per i problemi di traffico sui ponti Priula e Vidor suggeriamo di sentire l’imprenditore Carlo Bisol, ex vicepresidente Unindustria Treviso, che si è confrontato con la nostra presidente Piovesana. Purtroppo siamo un paese confusionario, senza prospettive in continuo declino!
Per la cronaca c'era molta gente alla inaugurazione del ponte Priula, ma fra questi c’erano presenti parecchi truffati delle banche”.
Vicenza

MISS MONDO ITALIA, seconda selezione provinciale veneta edizione 2020

VICENZA - Bellezza, talento, spettacolo e moda protagonisti alla seconda selezione provinciale veneta di Miss Mondo Italia edizione 2020, sabato 6 luglio in Piazza dei Signori a Vicenza, in occasione della Notte Bianca.

Apertura dell’evento un toccante momento legato al progetto di solidarietà Donne Vittime di Violenza di Casa di Fuga del Comune di Padova, che ha visto le testimonial di Miss Mondo Italia regione Veneto, recitare alcune frasi a favore delle donne, per poi liberarle in cielo con dei palloncini rossi dedicandole così al mondo femminile dell’intero universo.

Momenti di moda con le sfilate dei modelli e modelle di Antonella Academy Agency, che hanno indossato i capi di abbigliamento di Be You di Cittadella, gli occhiali di Sergio L’Ottico di Vicenza, i cappelli della Cappelleria Palladio di Vicenza e le borse di Manni Fashion di Vicenza.

La giuria composta da personaggi del mondo della bellezza, del giornalismo, della moda, dello spettacolo, della televisione, della imprenditoria, ha decretato le seguenti vincitrici:
- 1^ classificata – MISS VITALITY’S – Isel Limara Columbie Gomez, di San Donà di Piave (VE),
- 2^ classificata – MISS GIL CAGNE’ – Deline Nkandu, di Padova,
- 3^ classificata – MISS CAROLI HOTELS – Giulia Brusamolin, di Grumolo delle Abbadesse (VI),
Premiazione speciale – MISS DEL WEB – Jasmina Alushoski, di Schio (VI), (premiata grazie alla votazione online).

Ulteriori premiazioni speciali:
– MISS VICENZA – Chiara Saccardo, di Schio (VI),
– MISS NOTTE BIANCA – Camilla Rossetto, di Padova,
– MISS PALLADIO –Asya Menardo, di Vicenza,
– MISS LEGGEREZZA – Marinelle Nkandu, di Padova,
- MISS ANTONELLA ACADEMY AGENCY- Anjumol Cancian, di Roncade (TV)

La prima fasciata ha acquisito l’accesso alla finale regionale.

Le altre fasciate della serata, oltre a numerosi premi in palio (shooting fotografici, gioielli, capi di abbigliamento, ecc...), avranno l’opportunità di collaborare nel mondo della moda, dello spettacolo, della televisione, dell’accademia di Antonella Academy Agency.

Tre concorrenti: Camilla Rossetto, Asya Menardi e Jasmina Alushoski, sono state premiate quali Miss Influencer da VG Mania con un viaggio omaggio.

Il pubblico presente è stato intrattenuto dalle esibizioni dei tenori Dario Magnaboso e Silvia Celatin.
Presentatori della serata l’attore Matteo Tosi e la modella Anna Bardi, che hanno coinvolto il pubblico presente con:
“Baci in Piazza dei Signori nella città del Palladio in occasione della giornata mondiale del bacio durante la selezione di Miss Mondo Veneto.

Un doveroso ringraziamento a tutte le aziende sponsor che credono nel concorso di Miss Mondo e che hanno contribuito alla riuscita della festa:
Nazionali: Vitality’s, Agricola Birra Chiara, Caroli Hotels, Gil Cagnè, #NonciFermaNessuno.
Locali: Sergio L’Ottico, Cappelleria Palladio, Manni Fashion, De Antoni Garden, FocusFit nuova concezione di palestra, Lo’ So knitwear for women, Azienda Agricola La Marostegana, Agriturismo La Penisola, Best Magazine la rivista online, Neolife, Best Print, Amate’, Commerciale Elettronica, New Crew scuola di danza, VG Mania, Hotel Filanda.
Le coreografie della serata sono state curate da Aligi Santinello, le acconciature delle concorrenti e modelle sono state curate da I Pieropan Parrucchieri di Rettorgole Vicenza.
Tutta la serata è stata coordinata da Antonella Marcon di Antonella Academy Agency, organizzatrice esclusivista del concorso di Miss Mondo Italia edizione 2020, regioni del Veneto e Trentino Alto Adige, che ringrazia tutti gli ospiti di aver partecipato numerosi, i molti fotografi presenti in piazza Dei Signori, il video maker Denis Prandin, i fotografi Giancarlo e Moreno, Laura per aver curato la scenografia dei balletti e le musiche, il proprio team: Marco, Alice, Anita, Federico, Bruno, il service audio e video, in particolare i sig.: Luigi Franceschetto, l’assessore alle attività produttive Silvio Giovine, ed il presidente del consiglio comunale di Vicenza sig. Valerio Sorrentino per aver dato la possibilità di svolgere a Vicenza la seconda selezione veneta del concorso di Miss Mondo Italia edizione 2020, in occasione della Notte Bianca.

Antonella invita tutti a seguire le varie selezioni sul web e sui social:
www.missmondo.it
Facebook: Antonella Academy Agency - Miss Mondo Veneto Trentino - Antonella Consulenza Immagine.
Instagram: antonellaagency – miss mondo veneto-trentino.

Crediti foto: ph Denis J Axl
Cultura, Veneto

Bèdda Poetry

Non ci sono confini di mare, di lingua, di generazione, di ordine sociale nella poesia. Lo sa bene Valeria Davanzo, dea ex machina di uno Spazio che dal cuore della vecchia campagna veneziana si apre all’orizzonte degli eventi culturali. Insieme a lei Francesca Della Toffola, maestro dell’arte fotografica, la quale proprio dai versi di Andrea Zanzotto ha trasfigurato in accerchiati incanti le sue opere, uniche nelle forme proposte e nella scelta di abitarle. C’è poi Fabio Franzin, tra i massimi poeti civili contemporanei, specie in virtù di quel suo tracciare storie operaie attraverso la parlata dialettale in uso tra Livenza e Monticano. Il risvolto lirico è altresì rappresentato da Pier Franco Uliana e Ivan Crico, affiancati dalla critica letteraria Silvia De March e dal giornalista e docente Aldo Trivellato. Interverranno inoltre il professor Piero Benvenuti, commissario dell’Agenzia Spaziale Italiana, il primo cittadino di Pieve di Soligo Stefano Soldan, gli attori Sandro Buzzati e Carla Stella che leggeranno fra l’altro alcuni haiku tratti dall’ultima pubblicazione, postuma, di Zanzotto. Presenti anche i familiari e numerosi amici del padre di Filò, Fosfeni, Ipersonetto... Tutti insieme per omaggiare il grande autore cui la serata è per l’appunto dedicata. (Sopra: un’immagine di repertorio del Poeta; alla sua sinistra Francesca Della Toffola e Valeria Davanzo)

Ceggia VE / SpazioRamedello // Tributo a Zanzotto // Sabato 13 luglio ore 21 / Ingresso libero
Nessun oggetto disponibile.
Nessun oggetto disponibile.
LE NOSTRE FOTO
I NOSTRI VIDEO
INVIA UN ARTICOLO
SEGNALA EVENTO

ULTIMA EDIZIONE DE "IL PIAVE"

Ultima edizione
ARCHIVIO
EDIZIONI CARTACEE
Ultimo aggiornamento: 17/07/2019 16:13