Cultura

Bjork'n'roll

di Norman Zoia

Quando la stylist è una splendida quarantenne, per dirla alla Nanni Moretti. Altro che casalinga di Voghera, giusto per citare un altro noto intellettuale, Arbasino, conterraneo della nostra Valeria Alpeggiani. Alvus è un nom de plume d’ascendenza dark col quale la creativa lombarda firma i suoi modelli, su tutti l’iconografico top con le coppe di rame cucite a mano dalla stessa autrice. Figlia d’arte - il padre, prematuramente scomparso, è stato un apprezzato fotografo e musicista elettronico - ha una grande passione per Bjork e, con le dovute proporzioni, per l’inossidabile rocker Pino Scotto. Eccola, indefinitamente sospesa, con una piccola chitarra da concerto accarezzata un tempo dalle arlecchinesche dita di Alberto Camerini; uno strumento che è stato accentratore di amori e gelosie, ritrovato tra le bancarelle di un mercatino e debitamente restaurato da un maestro liutaio. Un po’ come spesso succede nella moda a suon di corsi e ricorsi storici. Un po’ come uno scorrere di eyeliner, per esempio sullo sguardo di Valeria che saettava in primo piano da queste pagine il 26 febbraio (articolo reperibile in archivio-cultura della testata).

Nessun oggetto disponibile.
LE NOSTRE FOTO
I NOSTRI VIDEO
INVIA UN ARTICOLO
SEGNALA EVENTO

ULTIMA EDIZIONE DE "IL PIAVE"

Ultima edizione
ARCHIVIO
EDIZIONI CARTACEE
Ultimo aggiornamento: 19/11/2018 09:47