Cultura

L'isola che non c'era

di Norman Zoia

MILANO. Ma che da tre lustri suonati per fortuna invece c’è. Grazie all’iniziativa di un gruppo di donne con esperienza di coltivazione e raccolta di piante ed erbe, officinali o balsamiche, comunque terapeutiche a tutti gli effetti, ecco che negli spazi dell’ex Ospedale Pisichiatrico Paolo Pini, fin dal 2003 prende forma il Giardino degli Aromi; un’accreditata onlus, attualmente sostenuta da oltre duecento soci, che opera fattivamente nel reinserimento sociale accompagnando singoli o famiglie in difficoltà. Attraverso tirocini e forme di accoglienza personalizzate introduce alle proprie attività quanti si sentono in uno stato di svantaggio o di disagio. Il recupero di un rapporto diretto con una realtà naturale urbana indirizza verso un ritrovato equilibrio di pensiero, alla volta di un ritmo biologico più sereno o perlomeno più a misura d’uomo. E di donna! Vissi d’orto, vissi di more potrebbe esserne il motto, parafrasando Puccini e i suoi librettisti. Gli aspetti solidali dell’associazione non si limitano al solo lavoro agreste tuttavia; ne fanno fede le articolate iniziative programmate a raccogliere fondi che via via si affiancano, dai mercatini agli incontri conviviali ai concerti. Si è per esempio da poco svolta la serata Ballando con la merla e già mercoledì prossimo presso il Community Center di Cormano si affaccia un appuntamento dedicato alla campagna si salvaguardia e protezione degli ecosistemi marini, in collaborazione con Sea Sheperd, Orti Condivisi Fornasè e Amal.

(Sopra, in pausa lavoro, una bella top twenty, anzi top twenty one, senza contare i cani)

Nessun oggetto disponibile.
LE NOSTRE FOTO
I NOSTRI VIDEO
INVIA UN ARTICOLO
SEGNALA EVENTO

ULTIMA EDIZIONE DE "IL PIAVE"

Ultima edizione
ARCHIVIO
EDIZIONI CARTACEE
Ultimo aggiornamento: 18/03/2019 21:19