Cultura

In riva al bar

di Norman Zoia

Avete le phisique du rock’n’roll? Pregate il Dio del blues? Andate matti per Elvis? Vi piace il jazz, il teatro, il cinema, la musica dei favolosi sixties? Credete nelle Muse, nella letteratura, nella bellezza e nell’amicizia? Ebbene, la vostra meta non potrà essere che il Bar dell’Artista, speciale spazio ambrosiano messo in piedi con passione da Mario Leny, imprenditore e song writer (sopra, al timone del suo bancone). Tra chitarre, memorabilia e manifesti del re di Memphis risuonano evocative suggestioni, dalle vecchie glorie del cabaret ai giovani scrittori come Matteo De Luca. Qui rivive intatto lo spirito del Capolinea, ricordando i passi danzanti di drummer soul Graziano Tedeschi o il sax appeal di Larry Nocella. Sempre qui scendono dentro di voi in rimembranza le armoniche di Carlone e di Cooper Terry affiancato dalla graffiante voce della sua Aida. Il tutto accompagnato dai giri armonici di Ubi Molinari o dello stesso titolare insieme ad altri fidi strumentisti di una vita, fin dai tempi in via Tre Castelli. E, citando già nel titolo un brano d’annata di Paolo Barabani, potete pagare già col Pos, se vi va, qui in riva al Bar dell’Artista, locale per chi ha estro e occhio allenato al pentagramma. Un luogo che è di per sé spettacolo, amato anche dai gatti. Di Vicolo Miracoli.

Bar dell’Artista // Caffetteria - Pub - Tavola Fredda // Dehors con tavolini, ombrelloni e piante / Viale Troya 14, Milano

Nessun oggetto disponibile.
LE NOSTRE FOTO
I NOSTRI VIDEO
INVIA UN ARTICOLO
SEGNALA EVENTO

ULTIMA EDIZIONE DE "IL PIAVE"

Ultima edizione
ARCHIVIO
EDIZIONI CARTACEE
Ultimo aggiornamento: 18/11/2019 17:37