Cultura, Treviso

IL canto e l'incanto

di Norman Zoia

Fin da adolescente - e da allora la conosco non solo per interposta virtualità - Eleonora Damiano mostrava doti non comuni nel campo delle espressioni creative, dalla pittura alla disciplina votata a Euterpe (tra l’altro ha poi sposato un musicista). Per certi versi figlia d’arte - il padre Luigi, comandante e pilota aviatore della Benemerita, ha dato altresì prova di estro letterario in più di un’occasione editoriale - la Damiano (qui sopra in un’immagine di repertorio) ha inoltre saputo comunicare il suo talento canoro a un buon numero di allievi. Dal prossimo autunno porterà gli insegnamenti che le pertengono tra Maserada e Cessalto nel contesto di Hoop Music, etichetta discografica milanese con sede nello stabile chiamato Casa dei Pooh; non è casuale infatti che il direttore artistico del progetto sia Red Canzian mentre lo stesso ruolo per la didattica è ricoperto da Giancarlo Genise. Ben 6500 i candidati, ritenuti idonei soltanto 130, tra i quali per l’appunto la nostra Eleonora alla quale auguriamo un grosso e strameritato in groppa al lupo!

Ultimo aggiornamento: 22/09/2020 22:32