Cultura

Jazz set

di Norman Zoia

Una delle ballads folk-rock più significative di tutti i tempi; un pezzo letterario composto dall’eterno menestrello premiato con un Oscar e insignito del Nobel. Musica e versi che come una pietra vengono a rotolare fra arie d’opera dei nostri grandi maestri Verdi e Puccini. Il tutto setacciato e impreziosito da Cinzia Tedesco che poi lo ripropone nel contesto session di quella libera disciplina - quasi un ossimoro - onorata da Coltrane, Mulligan, Baker, Davies, Petrucciani, Rava, Fresu, Rea… E da mille altre stelle di un jazz miracoloso, caldo o freddo, più o meno swingato, magari indie-punk ma sempre free, anche quando free non è così tanto, perlomeno in relazione al genere d’appartenenza. Perché certi fraseggi, contrappuntati da armonie talvolta distoniche, arrivano all’improvviso e non ti lasciano più.

(qui di seguito il link alla versione di Like a rolling stone portata in primo piano dalla poliedrica vocalist e chitarrista tarantina, cresciuta a Gioia del Colle, laureata con lode in scienze informatiche https://www.youtube.com/watch?v=0WaNhkbGQKE)


Ultimo aggiornamento: 22/09/2020 22:32