Cultura, Opitergino Mott.

Esercizi di dottrina civile

di Norman Zoia

Una buona operazione culturale richiede di andare a fondo, solo così sarà poi davvero possibile elevarsi. Lo sa bene Francesca Breda, nuovo assessore di riferimento in fatto di incontri d’arte e letterari, eventi musicali o comunque in linea con quanto è da sempre nutrimento per lo spirito; senza naturalmente tralasciare le opportune cure per il corpo, non a caso è presidente dell’ASD In-Forma. I vecchi adagi popolari tornano infatti a sublimarsi in questo tragitto oggi più che mai complicato data la generale situazione di emergenza sanitaria, perché se resta attuale il detto Mens sana in corpore sano, appare altrettanto veritiero il motto secondo il quale è nel campo colto che cresce tanto grano; possiamo anche osare sottolineando che la vanga è la virtù dei colti. Tempo quindi di scavare, dissodare, preparare il terreno per la semina, aspettando il raccolto. La prima mossa, in programma per la fine del mese, è contestuale alla prossima riunione del Comitato Biblioteca (composto da Fiammetta Bianco, Edith Bragato, Enrico Flora, Eddy Vendramini e presieduto dallo storico Lazzaro Marini) che si riunirà presso il Palazzo secentesco in Riviera Scarpa, sede della stessa struttura la quale, oltre alla consultazione e al prestito dei libri (nelle ultime stagioni governato con pertinente dedizione da Martina Maccà), ospita molte altre iniziative, fra tutte i corsi universitari per la terza età.

(Sopra, la titolare dell’assessorato in questione durante un’immersione, prima magari di librarsi in volo col paracadute, prima di prendere il posto in giunta ricoperto fino a qualche settimana fa da Ilario Daneluzzi, passato a Turismo, Politiche per lo sviluppo economico e per il centro storico, rapporti con associazioni e volontariato, coordinamento della Protezione Civile dove per altro già era attivo)

Ultimo aggiornamento: 30/10/2020 13:07