Cultura

C'est le temps de l'amour

di Norman Zoia

Il tempo si misura solo in due modi: con te o senza di te. Bellissima frase assiomatica che coniuga la fisica dei quanti con la lirica dei corpi. Ma anche i grandi possono scivolare; le umane debolezze stan sempre là, pronte a far capolino dalle quinte di una ferrea preparazione culturale. Benigni ci ha abituato a performances eccelse, pertanto un piccolo passo falso glielo perdoniamo volentieri. In questo caso la sua dichiarazione probabilmente ha fatto sciogliere la compagna Nicoletta come un orologio di Dalì. Però, perché non presentargliela nell’intimità? Pronunciata così, tra le accecanti luci della ribalta globale, non si discosta poi molto dalle esternazioni più o meno fasulle di tante coppiette di un sottobosco che si fa largo fra le pagine dei rotocalchi specializzati nell’apologia del pettegolezzo o grazie a quelle trasmissioni televisive in trashback. Perché l’amore, come per l’appunto il tempo, andrebbe preservato da irresolute curvature di uno spazio pubblico vuoto di contenuti e abbastanza caciarone.

Ultimo aggiornamento: 22/10/2021 08:46