Cultura

Giardegan Film Show

di Norman Zoia

Il suo nome per esteso si presta a crasi e calembours che portano a un giardino di gemme preziose; quelle dei freschi germogli, più sostanziali dei diamanti, o addirittura ci fa subito immergere nella materia di pertinenza, basti pensare per esempio a quel capolavoro, dapprima letterario, poi trasposto sullo schermo da Vittorio De Sica, Il giardino dei Finzi Contini. E Giada Mardegan affronta l’argomento toccando tasti contrapposti, dalla volontaria solitudine di Into the wild alla condivisione di Tutti insieme appassionatamente. Con una singolare modulazione vocale che sa di cipria e di zagara ma con retrogusto rock ci trasmette sogni di celluloide. Ce la immaginiamo - ché anche questa è un po’ la sua cifra espressiva - da una redazione volante (nel vero senso della parola), dietro il mixer di un veliero in alto mare che batte bandiera corsara (come gli scritti pasoliniani) o dall’abitacolo di una leggendaria Cadillac come ai tempi giovani e bruciati di James Dean. Naturalmente su Radio Sorrriso Tv, l’antenna con tre erre: Rivoluzione narrativa, Riavvolgimento della pellicola, Ranocchia che diventa principessa. Eccola, duplice, qui sopra: col ciak di un must moovie e in un primo piano da star della Hollywood storica, quella di Ava Gardner e Marilyn, Audrey Hepburn e Gregory Peck. In attesa di brindare con un insolito Spritz Taylor.

Ultimo aggiornamento: 22/10/2021 08:46