Cultura

Un'orgogliosa modestia

di Norman Zoia

Quasi un ossimoro questo suo defilarsi e nello stesso tempo affacciarsi sicuro da pagine di squisito lirismo. Dopo il gioco nei componimenti, tra le canne selvatiche e quelle da una liturgia di contrappunto sul fondo delle navate, ecco che già la copertina di quest’ultima silloge la dice lunga sulla doppia cifra espressiva di un autore di lungo corso, quella di solenne quanto abile organista di chiesa, o meglio, di Santuario e quella di poeta. Un susseguirsi di pulsioni poetiche che tracimano dal percorso personale, inoltrandosi in fondo a sentieri universali. Secondo una visione letteraria in base alla quale ci inoltreremo sul viale del tramonto [con i temi musicali più belli / come i nostri sogni / ancora racchiusi nel cuore]; così infatti sottolinea Modesto Baseotto a pagina 36, in chiusura dei versi che ispirano anche il titolo della Raccolta.

Modesto Baseotto / Postludi / Valentina & Venilia Editrici // Motta di Livenza. Presentazione Sabato 30 ottobre alle 18 presso l’Auditorium della Scuola Media. Introduce l’Incontro il docente universitario Giuseppe Manzato.

Ultimo aggiornamento: 01/12/2021 21:22