Cultura

Ascoltando gli sguardi della pittura e delle sue consorelle

di Norman Zoia

«Ombre perse lassù o colori pieni / guazzi di luna e Marte // Ipotesi di blu, sgarbi e veleni / come una scossa è l’arte». Con questo omaggio a Fontana per quel gestuale squarcio lirico che nessuno aveva mai osato ci siamo apprestati a vagare curiosi in quel meraviglioso quanto periglioso territorio esplorato da Elisa Nadai su Radio Sorrriso (con tre erre). Nel corso delle ultime sere d’estate - suddividendo equamente la settimana con Zona Cinema di Giada Mardegan e Davide Rossi - ha tenuto compagnia a gran parte del centro nord-orientale e non solo (ché l’emittente castellana diretta da Roberto Gennaro va anche in streaming su tutto il villaggio globale). Raccontando frammenti di quella disciplina che insieme alla musica attraversa universalmente la Storia al di là delle estrazioni e degli idiomi. Ci ha parlato di Raffaello e di Picasso, di Leonardo e di Munch con piccole ma rilevanti lectio brevis per l’appunto, alla portata dell’addetto e del profano, evidenziando i bagliori di dignità artistica che hanno contrappuntato le epoche e le correnti; passando dal respiro classico all’espressionismo concettuale, dalle sperimentazioni delle prime avanguardie alla moda delle installazioni. Praticamente un corso accelerato dentro i provocatori singulti di Pollock, le colorazioni sofferte di Van Gogh o le placide stesure degli oli su tela cari a Modigliani e De Chirico. Un agile Bignamino per una piacevole rinfrescata della memoria a cavallo tra le icone sacre, le pale d’altare, le proposte cinetiche, plastiche, concrete, povere, informali, comportamentali, programmate, e ancora i progetti architettonici (antichi o postmoderni), i marmi dei grandi statuari, l’estro elaborato in videotape, la fotografia d’autore… all’insegna del ready-made, dei manifesti futuristi, dell’estremismo più spinto, della street & body art. Lasciando per una volta da parte certe barcollanti applicazioni legate a una webvisione non ancora bene a fuoco. Il tutto nel contesto di una trasmissione che oltre a solcare l’onda nel migliore dei modi è anche cascata a pennello.

Ultimo aggiornamento: 01/12/2021 21:22