Treviso

La Provincia inaugura il nuovo anno scolastico al Seminario di Vittorio Veneto

VITTORIO VENETO - La Provincia di Treviso ha inaugurato oggi, giovedì 15 settembre, a Vittorio Veneto il nuovo anno scolastico 2022/2023 insieme alle studentesse, agli studenti, ai docenti e a tutto il personale scolastico dell'IIS “Città della Vittoria”, che hanno iniziato le lezioni lunedì al Seminario Vescovile grazie all'accordo siglato con l'Ente provinciale. Già a inizio anno, infatti, la Provincia aveva concordato con il Seminario di Vittorio Veneto la possibilità di accogliere tutta la comunità scolastica durante le fasi di costruzione della nuova sede dell'Istituto: la struttura, dal valore complessivo di oltre 11 milioni di euro alla luce dei nuovi adeguamenti, è finanziata per 9 milioni dal Ministero, per 1 milione dai fondi propri della Provincia e per 1.750.000 euro da conto termico.

Hanno preso parte all'evento inaugurale il presidente della Provincia di Treviso, il sindaco di Vittorio Veneto, la dirigente scolastica del Città della Vittoria Susanna Picchi, il Vescovo di Vittorio Veneto Corrado Pizziolo, il Rettore del Seminario don Luigino Zago, la squadra di ingegneri e tecnici della Provincia e dell'impresa a cui sono affidati i lavori.

La giornata è stata un'occasione per rivolgere alle studentesse e agli studenti che hanno appena iniziato il nuovo anno didattico un augurio speciale, ringraziare il Seminario per la concessione dei locali e riepilogare gli interventi edili che saranno realizzati nei prossimi mesi. Nei primi mesi del 2023, infatti, l'attuale complesso scolastico del “Città della Vittoria”, in Viale Vittorio Emanuele II, sarà demolito e subito dopo inizieranno le opere di costruzione. La fine dei lavori è programmata per il 2025.


Nel dettaglio, il nuovo “Città della Vittoria” sarà un edificio NZEB ( Nearly Zero Energy Building), completamente eco-sostenibile, e verrà realizzato con soluzioni progettuali e impiantistiche finalizzate a minimizzare i consumi energetici della climatizzazione estiva/invernale, così come all’illuminazione, ventilazione e produzione di acqua calda sanitaria. La struttura sarà composta da: due corpi a pianta rettangolare con blocchi a due e tre piani, assemblati a forma di “L”, un corpo quadrato a un piano per i laboratori, un impianto fotovoltaico di circa 50 kW sulla copertura, un impianto di climatizzazione invernale ed estiva e sarà dotato di una nuova cabina per la fornitura dell’energia elettrica. Il primo lotto di lavori comprende: 17 aule, 2 aule sdoppiabili, 5 laboratori multimediali, 2 laboratori saldatura e macchine utensili, uffici segreterie e tecnici, infermeria, archivio e magazzini.


“Lunedì le studentesse e gli studenti del Città della Vittoria hanno cominciato regolarmente le lezioni qui al Seminario Vescovile grazie all'accordo siglato nei mesi scorsi - sottolinea il presidente della Provincia di Treviso – per i prossimi due anni svolgeranno il percorso didattico in questi storici e straordinari spazi, in attesa che sia completato il progetto di costruzione della nuova sede dell'Istituto. Oggi festeggiamo in modo speciale l'avvio di questo anno scolastico. Colgo l'occasione per lanciare un messaggio su un tema che purtroppo sta colpendo in modo tragico il territorio, quello degli incidenti stradali. Ricordo quindi a tutta la comunità scolastica e al grande gruppo di ragazze e ragazzi presenti, di mantenere sempre alta la guardia, quando sono alla guida di qualsiasi mezzo, perché una seconda possibilità non viene mai concessa e tutti devono poter continuare a vivere e perseguire i propri sogni, senza che tragedie simili accadano per leggerezze e disattenzioni. Ringrazio sua Eccellenza il Vescovo di Vittorio Veneto Monsignor Pizziolo, le autorità e le istituzioni presenti per la preziosa collaborazione e rivolgo ai giovani ancora una volta i migliori auguri di buon anno scolastico”.

“Oggi rivolgiamo a tutta la comunità scolastica del Città della Vittoria un augurio caloroso di buon inizio anno scolastico – afferma il sindaco di Vittorio Veneto – siamo sicuri che in questi magnifici spazi potranno trovare un'adeguata accoglienza e affrontare così il prossimo biennio di formazione al meglio”.

“Siamo riusciti – dichiara un’emozionata, ma soddisfatta Dirigente del Città della Vittoria, Susanna Picchi – in pochi mesi a realizzare quanto necessario per accogliere i nostri ragazzi in tempo per l’inizio dell’anno scolastico rivoluzionando il vecchio assetto organizzativo. La Segreteria ha trovato spazio nei locali Atm/Mom in Viale Vittorio Emanuele, a pochi passi dalla storica sede centrale. Siamo riusciti a trasferire tutte le classi Ipsia nel plesso di Via Pontavai insieme alle 3 classi ITE, presenti da tempo nella sede storica, e 16 classi ITE hanno trovato una adeguata sistemazione nel Seminario. Qui le aule sono state create ex novo, così come sono state dotate di nuove smart board per ospitare gli studenti al meglio del possibile in questa fase di transizione, che durerà 2/3 anni sino alla realizzazione della nuova sede centrale. Naturalmente la nuova dislocazione ed operatività dei servizi amministrativi e di istruzione è stata raggiunta in tempi record per un dispiegamento di mezzi e di risorse umane non indifferenti. Il personale del Città della Vittoria impegnato nei trasferimenti ha potuto contare sul supporto della Provincia, guidata dal presidente Stefano Marcon unitamente a quello del direttore generale, Carlo Rapicavoli, così come si sono trovate rapide soluzioni logistiche con il rettore del Seminario, don Luigino Zago, e con il responsabile Caritas, don Andrea Forest”. “Senza la collaborazione di tutti loro – conclude la dott.ssa Picchi - unitamente a quella degli studenti e delle famiglie, che hanno compreso la necessità di spostarsi in questa nuova sede, nonché dei docenti, dei tecnici, degli ausiliari, degli amministrativi, della Dsga, delle Vicepresidi e dei referenti di sede del Città della Vittoria, non avremmo centrato l’obiettivo! Un sentito ringraziamento a tutti!

“Siamo lieti di aver messo a disposizione delle studentesse e degli studenti gli spazi del Seminario – le parole del Vescovo Monsignor Pizziolo - che dal 1587 è un punto di riferimento a Vittorio Veneto per la formazione dei giovani. Questa giornata rappresenta un momento di celebrazione dedicato a loro, oggi presenti in tantissimi, per trasmettere un augurio di buon inizio e soprattutto di proficuo proseguimento nei prossimi due anni”.

“Siamo orgogliosi di aver accolto nelle aule del Seminario Vescovile il corpo studentesco, docente e il personale dell''Istituto Città della Vittoria – conclude il Rettore don Zago – la nostra sede da oltre 500 anni ricopre un ruolo importante nel percorso formativo di generazioni di studenti. Alle studentesse e agli studenti di oggi rivolgiamo i nostri auguri di buona permanenza, con l'auspicio che possano svolgere le attività didattiche con impegno, motivazione e inseguendo sempre le proprie aspirazioni”.

Ultimo aggiornamento: 03/10/2022 21:31