Belluno, Veneto

L'associazione Bellunesi nel mondo in visita all'Europarlamento

Una delegazione formata da una quindicina di giovani bellunesi e da alcuni rappresentanti del Consiglio direttivo dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, accompagnati dal presidente Oscar De Bona, si è recata, a metà novembre, in visita al Parlamento Europeo di Bruxelles. L’incontro è stato propiziato dall’eurodeputata, on. Rosanna Conte, la quale, durante la Festa dei bellunesi nel mondo tenutasi a Sospirolo, l’estate scorsa, aveva rivolto l’invito al nostro presidente.

Nonostante si sia trattato di una visita fugace, il gruppo è rientrato a Belluno con un bagaglio di conoscenze e di entusiasmo arricchito dall’esperienza. Gli assistenti dell’onorevole hanno accolto e guidato il gruppo alla visita ai palazzi dell’Europarlamento; dapprima, un percorso multimediale ha introdotto la nascita e lo sviluppo del Mercato comune europeo, sottolineando gli eventi storici che si trovano alla base di tale fondazione. Quindi, il gruppo ha partecipato ad una presentazione della struttura dell’UE, tenuta da un funzionario, alla quale ha fatto seguito la visita all’emiciclo, visto dalle gallerie per i visitatori; qui, l’on. Conte, ha auspicato di essere stata in grado di avvicinare il gruppo a questa importante istituzione.

Sicuramente i giovani e gli accompagnatori sono rimasti colpiti dalla complessità della macchina amministrativa dell’UE, ed hanno augurato un futuro proficuo ed efficace a livello internazionale. A margine dell’incontro, il presidente De Bona, approfittando dell’invito dell’onorevole Conte e della presentazione al collega Alessandro Panza, responsabile delle politiche per le aree di montagna del gruppo Identità e Democrazia, ha colto l’occasione per sollecitare la realizzazione dell’autonomia della Regione Veneto, che si estenderebbe quindi anche alla provincia di Belluno, permettendole di godere di maggiori competenze. Altri temi trattati sono stati lo spopolamento della montagna, che urge di interventi, a prescindere dall’autonomia, la cui realizzazione prevede tempi troppo lunghi; l’Abm, ha ricordato De Bona, da sempre, appoggia gli interventi che possano accelerare i miglioramenti infrastrutturali, ferroviari e stradali della provincia.

Infine, il presidente De Bona ha raccomandato ai due europarlamentari di tenere conto delle comunità italiane residenti all’estero, considerandole una risorsa; esse andrebbero valorizzate e “utilizzate” molto di più, perché potrebbero facilitare gli interscambi commerciali tra l’Italia e i Paesi dove si trovano.

Redazione
"Bellunesi nel mondo"

Ultimo aggiornamento: 02/12/2022 14:34