Salute

Stimoli visivi per la riabilitazione da ictus

PADOVA - Un team internazionale di ricercatori, tra cui quelli del'Università di Padova, ha messo a punto un metodo innovativo di stimolazione visiva digitale per la riabilitazione di pazienti colpiti da ictus cerebrale.
La ricerca, pubblicata dalla rivista dell'American Neurological Association, è stata condotta dal gruppo di Thomas Van Vleet, Senior Scientist di Posit Science in California, in collaborazione con i ricercatori della Harvard Medical School e il gruppo di ricerca di Maurizio Corbetta, direttore della Clinica Neurologica e del Padova Neuroscience Center (Pnc) dell'Università, e Principal Investigator del Vimm. Allo studio ha partecipato anche Antonio Bisogno, specializzando del primo anno in Neurologia all'Università di Padova.
La tecnica di stimolazione visiva digitale facilita il recupero delle capacità attentive di questi pazienti. Un gruppo sperimentale ha eseguito un trattamento al computer, in cui il paziente doveva premere un pulsante a uno stimolo visivo, ad esempio un'automobile, ma solo se era diversa da uno stimolo "target", ad esempio una Fiat 500. Con il passare del tempo la differenza fra lo stimolo e il target diminuiva, rendendo l'esercizio più difficile. Eseguito per 30 minuti al giorno per 12 settimane, questo trattamento è stato più efficace di un controllo con videogiochi giocati per lo stesso tempo. (ANSA).

Ultimo aggiornamento: 22/09/2020 22:32