Belluno

“Zoldo is fun” con l'Associazione Italiana Persone con sindrome di Down

“Zoldo is fun” dal 23 al 25 gennaio, è una iniziativa nata dalla collaborazione tra AIPD (Associazione Italiana Persone con sindrome di Down) della provincia di Belluno e l’Associazione Dilettantistica Sci Fondo Val Zoldana, per favorire la pratica degli sports invernali da parte delle persone con sindrome di Down ed altre disabilità intellettive.
Quest’anno, inoltre, la manifestazione acquisisce ulteriore valore in quanto rientra tra le azioni CETS del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.
Il prossimo fine settimana ne vedrà lo svolgimento della tredicesima edizione: dalla prima edizione, di un solo giorno dedicato allo sci di fondo, negli anni si è passati ad edizioni di tre giorni, ampliando la proposta ad altri sports invernali. Infatti nel programma si sono inseriti pattinaggio su ghiaccio, allo stadio di Forno di Zoldo, passeggiate con le “ciaspole” ed anche gite con la slitta trainata da cavalli o passeggiate a cavallo. Fin dall’ inizio gli organizzatori hanno pensato anche ad una pratica sportiva promotrice di integrazione ed inclusione sociale. E, fin dall’inizio, c’è stata la partecipazione degli alunni dell’Istituto Scolastico Comprensivo della Val Zoldana., presenti nella staffetta, ad integrare ciascuna squadra di fondisti. Con gli anni la partecipazione si è allargata ad altre Associazioni che seguono persone con disabilità, del Veneto e di fuori regione (Lombardia, Emilia,
San Marino, Roma), ai Centri Diurni delle ULSS Bellunesi (ora ULSS 1), ad altre scuole.
Tra le Scuole, al riguardo, quest’anno , oltre a quelle di Zoldo ed all’Istituto “Catullo” di Belluno, ci saranno la Scuola Media di S. Giustina Bellunese e l’Istituto Scolastico Comprensivo dell’Alpago; quest’anno poi è segnalata la partecipazione anche del Centro Diurno di Agordo, oltre a quelli di Belluno e di Feltre e, tra le Associazioni , oltre alla tradizionale, robusta presenza dell’AIPD Venezia, ci sarà una rappresentanza dell’AIPD Bergamo. Ovviamente il nutrito programma si può attuare solo grazie alla partecipazione e collaborazione delle Amministrazioni Comunali (Val di Zoldo e Zoppè), Associazioni di Volontariato (Amici della Befana, in particolare, che curano la ristorazione degli atleti e accompagnatori), tanti commercianti ed imprenditori della zona, tra cui i gelatieri che offrono la degustazione del gelato artigianale; quest’anno
Quest’anno ci saranno ulteriori nuove proposte, come la scultura di pupazzi, golf ed un originale “bowling umano” sempre con e sulla neve. Tutte le attività, a parte il pattinaggio, saranno concentrate a Palafavera 

Ultimo aggiornamento: 16/01/2021 11:05