Cultura

A Re Umberto II

A Re Umberto II

Nobile d’animo
semplice ogni sua parola
che trafisse i cuori
d’amore per la Patria.
Austero e dolce il passo
verso l’esilio indusse
l’uomo che pianse l’amata Italia
in un Amor sublime,
altrove il destino condusse
il Re e la Sua famiglia,
altra ragione c’era
non l’affetto che qui rimase
indomito e pose
radici che generano ancora
proficua e generosa memoria.
In volo fu il suo ultimo saluto,
forte e fiero lo sguardo
misto a nostalgia il suo partire
lui che si sentiva fratello e padre
d’ogni suo concittadino
che lasciò per sempre
con la malinconia che scrisse
gli ultimi appelli alla gloria
del giusto orgoglio dell’Italia.
Seppur lontano
fu nei suoi sentimenti sempre vicino,
lo sguardo volse qui
sulla sua Terra natia,
verso il suo popolo che l’amò
e che lui ha sempre amato.

Monia Pin

Ultimo aggiornamento: 27/02/2024 18:01