Friuli V.G.

Al via il Festival del giornalismo di Leali delle Notizie

RONCHI DEI LEGIONARI (GO) - Un focus sui conflitti e sul lavoro dei giornalisti inviati sul campo. Riflessioni sulla situazione geopolitica, le migrazioni e i cambiamenti climatici.

E, ancora, approfondimenti sul futuro del Servizio sanitario nazionale, l'intelligenza artificiale, i diritti civili, le condizioni carcerarie, ma anche mafia e stragi.

Tra i temi proposti poi il "caso Bibbiano" e l'eredità di Silvio Berlusconi, i cento anni dalla nascita di Franco Basaglia, senza dimenticare le iniziative dedicate al ricordo di Andrea 'Andy' Rocchelli e ai cronisti che diventano vittime. Il Festival del giornalismo di Leali delle notizie è pronto a tagliare il traguardo della sua decima edizione. Dall'11 al 16 giugno Ronchi dei Legionari (Gorizia) accoglierà ospiti e appuntamenti spaziando tra i principali temi di attualità.

Previste anche mostre, masterclass, presentazioni editoriali, proiezioni, spettacoli e aperitivi letterari. Sotto la lente d'ingrandimento, spiegano i promotori, rimane l'informazione, analizzata da diverse angolazioni per comporre una visione a 360 gradi della situazione attuale e futura del giornalismo.
Nel dettaglio, l'11 giugno, dopo l'inaugurazione, sarà consegnato il premio Leali Young in memoria di Cristina Visintini, dedicato agli aspiranti giornalisti tra i 18 e i 35 anni e vinto da Emma Corrado nella categoria "podcast o prodotti web" e da Morena per "articolo su carta stampata".

Domenica 16 giugno è invece in programma la cerimonia del premio Leali delle notizie in memoria di Daphne Caruana Galizia, la giornalista maltese uccisa in un attentato il 16 ottobre 2017. Matthew Caruana Galizia, figlio di Daphne, consegnerà il premio a Sigfrido Ranucci, autore e conduttore del programma Rai Report, per "la grande capacità - sottolinea il comitato scientifico - nel realizzare un giornalismo d'inchiesta, che comporta notevoli rischi e non poche difficoltà".

Ultimo aggiornamento: 13/06/2024 20:27