Padova, Veneto

Costruttori di Futuro. Le scuole d’Italia si riuniscono sui Colli Euganei

GALZIGNANO TERME (PD) - “Costruttori di Futuro”, un corso di formazione e una tavola rotonda entro cui confrontarsi sulla scuola del futuro. Il corso, coordinato dall’IC Spallanzani di Castelfranco Emilia, è stato rivolto a dirigenti scolastici e al middle management della scuola e ha avuto oltre 90 iscrizioni da dirigenti e docenti di tutta Italia, che si riuniranno sui Colli Euganei.

A condurre le lezioni e i confronti sui temi della “Leadership Mite”, “AI, Stem e nuove tecnologie”, “Spazi di apprendimento e innovazione didattica” saranno gli esperti Alda Barbi, Daniele Barca, Luca Belotti, Alfonso D'Ambrosio e Maura Zini, coordinatrice del progetto. L’iniziativa vuole essere un momento di confronto per definire i pilastri su cui dovrà poggiare la costruzione di un nuovo modello di scuola, rispondente ai bisogni formativi e ai cambiamenti culturali, economici, sociali e ambientali che stanno cambiando gli scenari della realtà in cui viviamo.

Per questo, è prevista una tavola rotonda conclusiva a partire dalle 14:30 al MuCE- Museo dei Colli Euganei, dedicata proprio al confronto su questi temi. La tavola rotonda sarà guidata dal prof.Pier Cesare Rivoltella, Professore ordinario presso l’Università Cattolica del S. Cuore di Milano, direttore del Centro di Ricerca CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Innovazione e alla Tecnologia), direttore del Master RED ( Progettazione e Conduzione di laboratori di cittadinanza digitale con La Robotica Educativa) e MEM (Media Education Manager) .

Insieme a lui sarà il dott. Stefano Versari, Direttore generale Ufficio scolastico regionale per l'Emilia-Romagna, già Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione del Ministero dell'Istruzione, Commendatore ordine al merito e Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, Commandeur dans l’Ordre des Palmes académiques per i servizi resi alla cultura francese.

“ Credo in una scuola fortemente innovativa, inclusiva, forte motore della comunità ” dice Alfonso D’Ambrosio, dirigente dell’IC Lozzo Atestino: “E ho spinto per coinvolgere il territorio attorno, attivando patti di comunità, promuovendo corsi, giornate di formazione, promuovendo e spingendo nuove sinergie per tra pubblico e privato per valorizzare il territorio e i giovani insieme. Quest’anno l’IC ha tenuto per il territorio corsi di robotica e presteremo al MuCE robot perché possano lavorare con la vicina residenza per anziani, con le scuole e le famiglie del territorio. In cambio il MuCE ha svolto corsi e incontri per le nostre scuole, promuovendo una nuova visione del paesaggio euganeo e aiutando a riscoprire le proprie radici ”.

“ Come coniugare la formazione sull'utilizzo consapevole ed etico dell'Intelligenza Artificiale alle STEM e alle nuove tecnologie, come realizzare scuole con spazi di apprendimento funzionali alle nuove conoscenze e competenze, in grado di favorire modalità didattiche più innovative ed efficaci: di questo si parlerà al corso, finanziato con fondi PNRRe diretto dall’IIS Spallanzani .” Racconta Maura Zini , dirigente dell’IIS Spallanzani e coordinatore del progetto.

“ Il Comune di Galzignano Terme crede fortemente nel valore della scuola come elemento fondante della comunità, luogo di memoria del passato della nostra Nazione, fucina per le menti del futuro. È per noi un segnale importante che questa tavola rotonda si tenga qui, nel cuore dei Colli Euganei, oggi in candidatura per MAB Unesco, in un contesto vivace e proiettato verso il futuro. L’edificio del MuCE è stato per tanti anni la nostra scuola e oggi è un museo accessibile a tutti, interattivo, europeo ” dice Riccardo Masin , sindaco di Galzignano Terme. 

Ultimo aggiornamento: 14/04/2024 21:13