Economia, Veneto

Pnrr: De Poli, 2,2 miliardi per spinta comunità energetiche

PADOVA - Ci sono 2,2 miliardi di euro di fondi del Pnrr che potranno essere intercettati con il decreto Cer (inviato dal ministero dell'ambiente alla Ue) per favorire la nascita di niove comunità energetiche nei Comuni al di sotto dei 5.000 abitanti. Lo ha sottolineato oggi il senatore Antonio De Poli (Udc) intervenendo ad un convegno sul tema delle energie rinnovabili a Limena, in provincia di Padova.

"I territori - ha detto De Poli - sono i protagonisti della transizione ecologica. Ecco perché ho ritenuto essenziale promuovere questo incontro formativo con l'obiettivo di presentare le potenzialità offerte dalle comunità energetiche ad amministratori locali, cittadini e imprese anche nella provincia di Padova". Il decreto, ha ricordato, è una delle misure qualificanti della transizione energetica per favorire gli obiettivi di decarbonizzazione e autonomia energetica fissati dall'Agenda 2030. Sulle comunità energetiche, ha evidenziato De Poli, l'Italia si pone rispetto alle altre nazioni d'Europa in uno degli ultimi posti.

"C'è tanta strada da fare - ha spiegato - e il decreto sulle Comunità energetiche, in fase di validazione da parte di Bruxelles, va sicuramente nella giusta direzione. Ci sono 2,2 miliardi di fondi del PNRR destinati ai Comuni al di sotto dei 5000 abitanti. Secondo una simulazione del Mase, in Italia, grazie a questo strumento, potranno crearsi 15.000 comunità energetiche a livello di Comuni e questo porterà a una bolletta dimezzata per quasi 2 milioni di famiglie".

Ultimo aggiornamento: 14/04/2024 21:13