Belluno, Veneto

Prende avvio nel feltrino il progetto “La stagione dell’acqua”. 

FONZASO (BL) - Nasce nel feltrino un nuovo progetto di rete promosso da Dolomiti Hub, spazio di innovazione sociale con sede a Fonzaso. Con il titolo “La stagione dell’acqua”, l’iniziativa nasce in risposta al bando FORMAT 2022 emanato da Fondazione Cariverona e dedicato all’educazione ambientale, con l'obiettivo di inaugurare un nuovo patto territoriale orientato alla tutela della più importante tra le risorse ambientali, ovvero l’acqua.

Coinvolgendo studenti e docenti della scuola secondaria di secondo grado dell’Istituto Canossiano di Feltre e delle scuole secondarie di primo grado dell’Istituto Comprensivo Fonzaso-Lamon, le attività mirano a educare i giovani del territorio ai nuovi paradigmi della sostenibilità, nella cornice internazionale dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e nel quadro europeo dal Green Deal, il piano d'azione UE per l'inquinamento zero di aria, acqua e suolo entro il 2050.

Gli allagamenti che hanno colpito il Nord Italia di recente sono solo gli ultimi episodi di una lunga serie. Periodi di siccità, eventi meteorologici estremi e forti mareggiate ricordano anche nei territori locali che è in atto un cambiamento climatico a livello globale e hanno spinto Dolomiti Hub a mettere la risorsa idrica al centro del percorso educativo.

Il progetto si traduce nell’implementazione di un percorso di formazione sia in aula che all’aperto, con lezioni e laboratori, che prevede la sperimentazione di una serie di strumenti didattici innovativi, anche digitali, tutti ispirati a metodologie di apprendimento legate alla sfera dell'educazione non formale, informale, esperienziale, del cooperative learning e del learning by doing. A seguito di una formazione iniziale per docenti, esperti formatori di associazioni nazionali, ricercatori ambientali e scienziati terranno lezioni in classe sui temi dell’Agenda 2030, della sostenibilità e sugli obiettivi di sviluppo sostenibile legati all'acqua, concentrandosi sul legame tra acqua, clima e diritti umani con il fine di far comprendere i legami tra le grandi questioni ambientali globali e le comunità locali. Gli alunni avranno l’opportunità di conoscere anche gli ecosistemi idrici locali presenti nelle aree di due parchi naturali locali, ovvero il Parco Dolomiti Bellunesi e il Parco Paneveggio Pale di San Martino.

Rilevante in quest’ambito sarà anche la sperimentazione di attività didattiche in peer education tra gli studenti del liceo dell’Istituto Canossiano e quelli delle quattro scuole medie dell’Istituto Comprensivo Fonzaso e Lamon. Guidati da biologi ambientali, l’iniziativa sarà occasione per creare consapevolezza diffusa tra le giovani generazioni intorno al tema dell’acqua nel feltrino, attraverso la mappatura dello stato di salute e di inquinamento degli ecosistemi di acqua dolce e dei corsi d’acqua.

Successivamente gli studenti verranno stimolati attraverso hackathon e laboratori di progettazione, con l’invito a ideare dei progetti di gruppo che possano contribuire ad affrontare i bisogni locali in materia ambientale, anche attraverso campagne di sensibilizzazione ambientale riguardanti gli esiti delle attività di ricerca sopra citate. Le idee degli studenti verranno accompagnate con percorsi specifici e presentate alla comunità locale e al pubblico in eventi finali di restituzione del percorso. Le giovani generazioni in questo mondo non sono solo soggetti passivi di momenti formativi, ma diventano protagoniste di una riflessione pubblica sulla risorsa idrica a livello locale.

Oltre alle azioni previste per le scuole, sono già in corso di attuazione laboratori educativi nell’ambito del Centro Estivo di Fonzaso, cineforum a tema ambientale presso Dolomiti Hub e giornate partecipate di pulizia di argini e piccoli corsi d’acqua.

Il progetto infine è reso possibile dalla presenza di una rete articolata di partner, formata sia da realtà di rilevanza nazionale sia da organizzazioni ed enti di riferimento locale. Tra i primi, vale la pena citare l’Associazione NeXt Nuova Economia per Tutti, che promuove l’economia civile e curerà i laboratori di progettazione sociale, e l’Associazione Water Grabbing Observatory, che riunisce al proprio interno ricercatori e giornalisti attivi nel campo della divulgazione e advocacy ambientale; sono coinvolti anche l’Ente Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino e l’Ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. Il sostegno della comunità territoriale è assicurato dal partenariato dell’Unione Montana Feltrina e dei Comuni di Arsiè, Fonzaso, Lamon e Sovramonte. Tra le organizzazioni locali interessate, si citano l’ASD Liberi Pescatori Lago di Corlo e Cismon, il Gruppo Natura Lentiai, la Cooperativa 19, il Coordinamento associazioni volontariato protezione civile del feltrino e il Gruppo Alpini Fonzaso.

Con “La stagione dell’acqua” Dolomiti Hub intende quindi coinvolgere i più giovani in un percorso di creazione di consapevolezza sull’importanza strategica dell’acqua nella società globale e nella comunità locale, puntando a creare maggiore cittadinanza scientifica e occasioni fertili di collegamento tra il mondo della scuola e la società civile.

Ultimo aggiornamento: 15/07/2024 12:08