Cultura, Treviso, Conegliano

Settembre Coneglianese : “Arte in Città” di Ricreiamo presenta le opere dell’Artista Franco Corrocher 

CONEGLIANO (TV) - Sulle vetrine dei negozi sfitti del Centro di Conegliano (Via XX settembre – Via Cavour) campeggiano le riproduzioni delle opere di Franco Corrocher noto artista coneglianese che, a favore del progetto sociale ARTE IN CITTA’ ideato da Ricreiamo Conegliano (www.ricreiamoconegliano.it) ha concesso le opere frutto di una ricerca più che decennale e appartenenti a collezionisti privati.

Alcune delle riproduzioni esposte, furono create in occasione della mostra personale intitolata “RI-TORNO” allestita nel 2008 in occasione dei festeggiamenti dedicati ad Andrea Palladio organizzati dal Comune di Vicenza nel cinque centenario della morte. L’artista fu invitato per l’occasione a esporre in due prestigiose sedi: Casa Cogollo e la Chiesa di San Gregorio Bellino – mostra a cura di Paolo Levi. Tra le opere esposte, N. 5 sono inedite e nascono da una rielaborazione di tele dipinte all’inizio degli anni duemila e appartengono ad una mostra che prende il nome di DIS-FUNZIONI.

Queste creazioni, asserisce il Maestro Corrocher, desiderano essere una riflessione su come la società sia in perpetuo cambiamento e su come i valori stessi cambino e così, i personaggi dei fumetti, dei cartoni animati, artisti e attori inseriti nelle opere accompagnano il fruitore ad una riflessione sul valore dell’arte ma - più in generale sui valori che ci appartengono. Una rielaborazione consapevole che sensibilizza anche i giovani parte molto attiva del progetto ARTE IN CITTA’. La mostra nella mostra con 5 opere sperimentali prende il nome di DIS-FUNZIONI ed è solo l’inizio di una riflessione che accompagnerà i ragazzi delle scuole ad una ricerca durante l’anno scolastico.

L’installazione come sempre è in collaborazione con i ragazzi della Piccola Comunità, con la scuola professionale Don Bosco di Conegliano e con l’Associazione il Pesco che, con i suoi volontari, si occupa di mantenere la pulizia delle installazioni. Franco Corrocher – Artista coneglianese:“Questo è solo l’inizio della mostra Dis-funzioni perché ci piacerebbe continuare a creare opere dedicate a questo tema ma realizzate in collaborazione con i giovani e che esporremmo durante l’anno con l’intento di trasformare le vetrine dei negozi sfitti anche in uno spazio dedicato alla riflessione, sperimentazione e alla sensibilizzazione su tematiche sociali”.

Debora Basei ideatrice dell’iniziativa Ricreiamo Conegliano e di Arte in Città:“Gli artisti veri sperimentano, non decorano e Corrocher è un’artista capace sia nella tecnica che nei contenuti delle sue opere Quando si osserva con attenzione una sua creazione il nostro spirito ne è affascinato. Sono onorata e grata per questa collaborazione che dà ai giovani anche l’opportunità di essere accompagnati in nuove scoperte sia delle proprie capacità manuali nella decorazione e creazione degli allestimenti ma anche e soprattutto della propria profondità interiore. I giovani sono ricchi di bellezza ed è ​compito di noi adulti dare loro l’opportunità e gli strumenti per scoprirla: la creatività è uno di questi mezzi che insieme alla conoscenza creano un mondo migliore”.

Gianbruno Panizzutti – assessore all’Istruzione e Politiche Giovanili del Comune di Conegliano:“Se si vuole sperare in un cambio di passo sulla sostenibilità e il rispetto per l’ambiente per un prossimo futuro bisogna partire dai nostri giovani portando nelle scuole il messaggio che l’attenzione per l’ambiente e il riuso dei materiali costituiscono la strada maestra per ottenere risultati concreti in questo senso.I giovani sono molto sensibili alle tematiche ambientali e sono il mezzo tramite il quale poter raggiungere anche noi adulti che, figli di una economia non certo avvezza al riuso dei materiali, abbiamo forse da tempo perso la consapevolezza che gli stili di vita influiscono sull’ambiente, bene da tutelare per la nostra esistenza e quella delle generazioni future.

L’iniziativa “Ricreiamo Conegliano” è nata nel 2017 proprio all’insegna di questo obiettivo e questi anni di collaborazione con l’artista Debora Basei, che ringrazio per l’impegno e la dedizione al progetto, sono stati forieri di azioni e messaggi positivi ai ragazzi e hanno certamente influito positivamente sul futuro del nostro territorio. È per me un vero piacere vedere all’interno di questo progetto anche l’Artista Franco Corrocher, pittore e scultore conosciuto e stimato a Conegliano che da tempo collabora con la nostra Amministrazione per portare anche nelle scuole il messaggio che l’arte e il riuso possono veramente contribuire a salvare il mondo”.

Ultimo aggiornamento: 21/02/2024 21:14