Politica, Veneto

Sì Giunta ad aumento rigassificatore di Porto Levante

VENEZIA - La Giunta Veneta, su proposta dell'assessore allo sviluppo economico ed energia Roberto Marcato, ha approvato l'intesa regionale che permetterà allo Stato di rilasciare a Gnl Adriatic Srl l'autorizzazione all'aumento della capacità massima di rigassificazione del terminale off shore a Porto Levante (Rovigo), da 9 miliardi di Smc/anno a 9,6 miliardi di Smc/anno non costanti.

"Il rigassificatore - osserva il presidente del Veneto Luca Zaia - è uno dei perni della politica energetica regionale.

Mentre tanti parlano di realizzare impianti, noi uno ce l'abbiamo e siamo felici possa essere potenziato per sostenere le attività del territorio veneto. Per questo motivo abbiamo dato il via libera all'intesa che permetterà alla società che gestisce l'impianto di Porto Levante di aumentare di 600 milioni di Smc/anno la quantità di gas rilasciato".

L'aumento della portata di rigassificazione comporterà, inoltre, un incremento dei volumi di Gnl approvvigionati via nave, con un lieve aumento del numero annuo di navi metaniere che attraccheranno e scaricheranno al terminale, valutato in 5/7 navi l'anno.

Ultimo aggiornamento: 14/04/2024 21:13