Politica, Venezia, Veneto

Veneto, un evento celebra l'utilità dei percorsi dell'ex alternanza scuola e lavoro

VENEZIA - L’assessore regionale all’istruzione Elena Donazzan ha partecipato alla presentazione degli esiti del progetto di educazione al cinema “Beauty Storytellers” che si è tenuto ieri pomeriggio nello Spazio Regione del Veneto/Veneto Film Commission all’Hotel Excelsior al Lido di Venezia) in occasione dell’80esima edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.

Il progetto è stato presentato dal regista e responsabile scientifico Marco Zuin, dal responsabile di progetto Ermes Pozzobon e da una quindicina di studenti di scuole secondarie di secondo grado, che sono stati i veri protagonisti dell'iniziativa.

Il progetto “Beauty Storytellers” è infatti un percorso di educazione al cinema e all'audiovisivo ideato da CombinAzioni e rivolto a 5 istituti comprensivi e 5 istituti superiori di Montebelluna, Trevignano, Volpago del Montello e Crocetta del Montello nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola, promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell'Istruzione e del Merito.

“Si tratta di uno dei 10 progetti territoriali finanziati in Veneto dal bando nazionale che ha coinvolto oltre 1.400 studenti – ha sottolineato Donazzan -. Questo è un esempio concreto e lampante di come i percorsi di competenze trasversali e orientamento (PCTO, ossia i percorsi dell’ex alternanza scuola-lavoro) siano occasioni di crescita e avvicinamento al mondo del lavoro che possono fare la differenza nel curriculum scolastico come anche nel percorso di orientamento post secondarie degli studenti”.

Il progetto ha avuto come esito il cortometraggio “Una notte da ricordare”, realizzato dagli studenti durante masterclass di cinema, laboratori di produzione musicale e attività laboratoriali di animazione, con il coordinamento scientifico del regista Marco Zuin.

Buona parte delle attività sono state configurate come percorso innovativo di PCTO, segnalato dalle scuole secondarie coinvolte come buona pratica all'Ufficio Scolastico Regionale.

“Un plauso a organizzatori ed educatori che hanno saputo rendere questa esperienza unica e a tutti gli studenti che hanno colto con entusiasmo la sfida, ottenendo un risultato davvero apprezzabile” conclude Donazzan.

Ultimo aggiornamento: 21/02/2024 21:14