Mondo, Italia, Politica

A Trieste summit globale di esperti su armi biologiche e IA

TRIESTE - Una discussione sull'impatto dell'intelligenza artificiale sulla biosicurezza mondiale per dotare la convenzione internazionale dell'Onu che proibisce armi biologiche e tossiniche (Bwc) di un'organo consultivo scientifico che possa prevedere scenari e nuovi rischi.

Questo è l'obiettivo dell'incontro internazionale che si svolge da oggi a mercoledì a Trieste e che è promosso dall'InterAcademy Partnership (Iap), un ente sotto l'egida dell'Unesco che raccoglie 150 accademie scientifiche nazionali, regionali e globali. La riunione nello specifico consisterà in una sperimentazione di come potrebbe funzionare (proof-of-concept) tale organo scientifico consultivo, che per questo summit è stato chiamato a lavorare sull'IA.

Mentre gli altri strumenti internazionali che regolano le armi di distruzione di massa nucleari e chimiche hanno già a disposizione un panel di esperti scientifici a cui porre quesiti su questioni di attualità, la convenzione sulla biosicurezza, entrata in vigore nel marzo 1975 e con un'adesione quasi universale, ne è sprovvista. Molti dei 185 Stati membri ritengono che sia necessario istituirlo ma rimangono dubbi sulla struttura appropriata. Lo Iap in coordinamento con le Accademie nazionali delle scienze, dell'Ingegneria e della Medicina degli Stati Uniti (Nasem) con questo incontro al Centro Internazionale di Fisica Teorica (Ictp) di Miramare vuole dare una risposta concreta. Per la riunione sono giunti in città 38 esperti da 32 Paesi in rappresentanza di tutte le regioni del mondo.
Cultura, Veneto

Soprintendenza, un think tank per la tutela e lo sviluppo del territorio

JESOLO (VE) - Un think tank tra Soprintendenza, Comuni e professionisti per delineare strategie condivise per la salvaguardia e lo sviluppo di un territorio dai fragili equilibri e in continua evoluzione come quello veneziano e lagunare, e per approfondire e rispondere alle esigenze dei cittadini riguardo una migliore qualità della vita e un ambiente più sostenibile.

È partito da Jesolo il ciclo itinerante di quattro incontri su L’ARCHEOLOGIA E I PAESAGGI CONTEMPORANEI IN TRASFORMAZIONE – Normative, temi e problematiche emergenti nei territori di Venezia e della gronda lagunare promosso da Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna assieme agli Ordini e ai Collegi delle professioni tecniche, che mette a confronto l’organo del Ministero della Cultura con le amministrazioni locali e i professionisti su temi chiave quali compatibilità e autorizzazioni paesaggistiche (con focus sulle aree sottoposte a vincolo archeologico) e i rapporti tra gli enti e i liberi professionisti.

Il primo seminario tenutosi a Jesolo ha interessato il territorio della cittadina balneare, di Cavallino Treporti e Musile di Piave.

“Siamo onorati di aver ospitato il primo incontro – dichiara il sindaco di Jesolo Christofer De Zotti – Il nostro è un comune in veloce e continua trasformazione urbanistica. Per questo, tra gli obiettivi su cui stiamo lavorando c’è quello dell'evasione delle pratiche per la salvaguardia in venti giorni, per una risposta concreta alle esigenze del cittadino”.

Per il soprintendente di Venezia Fabrizio Magani il ciclo di seminari itinerante è “un’occasione di incontro, confronto e riflessione e le conferenze di servizio di Cavallino Treporti e Jesolo importanti tavoli di lavoro”.

Il presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Venezia Michele Cazzaro e il presidente dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Venezia Roberto Beraldo sottolineano l’importanza dei faccia a faccia con la Soprintendenza poiché “il dialogo è alla base di un confronto per calare a terra normative, temi e problematiche emergenti nei territori di Venezia e della gronda lagunare”.

Sono intervenuti all’appuntamento di Jesolo anche Silvia Degan, responsabile Area Funzionale Architettura e Sara Bini, responsabile Area Funzionale Patrimonio Archeologico per la Soprintendenza di Venezia; Federica Romaro, responsabile Istruttoria e Procedimento Comune di Cavallino Treporti; Roberta Nesto, sindaca di Cavallino Treporti, Silvia Susanna, sindaca di Musile di Piave; Mariano Carraro, presidente Ordine degli Ingegneri della Città Metropolitana di Venezia; Zemelo Angelo Boscolo, presidente Ordine dei Periti Industriali di Venezia.
Ha moderato l’incontro Federico Della Puppa.

I prossimi tre seminari sono in programma il 15 marzo per il territorio di Venezia città antica, Mestre, Quarto d'Altino; il 31 maggio per Mira, Campagna Lupia, Codevigo; il 28 giugno per Chioggia.
Economia, Veneto

In Veneto imprese e categorie chiedono 8 opere urgenti

VERONA - Le imprese e le associazioni di categoria del Veneto hanno individuato otto opere urgenti per la competitività del sistema imprenditoriale regionale. L'indicazione è contenuta nel nuovo "Libro Bianco sulle priorità infrastrutturali del Veneto", presentato stamani a Verona nell'ambito di un roadshow promosso da Unioncamere nazionale attraverso il Fondo di Perequazione 2021-2022.

Le infrastrutture prioritarie indicate sono il potenziamento del nodo portuale e aeroportuale di Venezia, con un ruolo centrale nella ZLS Porto di Venezia-Rodigino; il decongestionamento della rete stradale del basso Veneto (SR10, SS309, accessibilità a sud del nodo urbano di Verona); altre tre priorità sono relative agli sbocchi della regione verso Nord: accessibilità al Brennero, prolungamento della A31, prolungamento della A27.

Nel contesto nazionale - è stato detto - il Veneto si dimostra un territorio resiliente, capace di valorizzare al massimo i suoi punti di forza: nel 2022 è stata la terza regionale in Italia per ricchezza prodotta, con un Pil in crescita del +8,4% rispetto al 2019 e un contributo dell'export pari al 45,5%, +26,2% rispetto al 2019, realizzato prevalentemente con la modalità stradale.

Permane l'elevato divario infrastrutturale del Bellunese, territorio su cui incide fortemente l'orografia, la distanza dai principali nodi multimodali e dorsali di traffico. In vista delle Olimpiadi invernali 2026 è auspicabile che questo territorio acceleri una serie di interventi infrastrutturali.

Per il direttore operativo di Unioncamere del Veneto, Valentina Montesarchio, "il Libro Bianco è uno strumento a disposizione di Governo, Regione, dei decisori politici e del sistema camerale e imprenditoriale per pianificare le opere pubbliche soprattutto nelle aree più critiche.

Su questa visione, i nostri imprenditori si aspettano di essere coinvolti attivamente nel processo decisionale e chiedono investimenti mirati e strategici in progetti infrastrutturali chiave, con una particolare attenzione alle esigenze specifiche del settore produttivo veneto, tempi rapidi di realizzazione, sostenibilità e innovazione".

La vicepresidente e assessore regionale ai Trasporti e alle Infrastrutture, Elisa de Berti, ha sottolineato che "l'esperienza maturata con il Piano dei trasporti e con la realizzazione degli strumenti di attuazione dimostra come il lavoro di rete sia oggi fondamentale per affrontare con successo le sfide del futuro".
Cultura, Veneto

ArtVerona, la qualità è il segno distintivo della 19a edizione

VERONA - ArtVerona è al lavoro per la sua 19ª edizione, che segna un importante rinnovamento, mantenendo alto il livello qualitativo delle gallerie e dei progetti collaterali, voluto da Stefano Raimondi. Si confermano i progetti culturali di rilevanza internazionale, come Red Carpet e Habita, che vedrà una stretta collaborazione con i Musei Civici di Verona, e, in particolare, con la Galleria d’Arte Moderna Achille Forti. 

La direzione artistica di Stefano Raimondi sarà affiancata dalla vicedirezione di Elena Forin, curatrice indipendente, docente del workshop di Storia dell’arte contemporanea del corso di laurea di Comunicazione e media contemporanei, per le imprese creative dell’Università di Parma, curatrice del progetto Panorama della Quadriennale di Roma. Dell’Advisory Board di ArtVerona, entra a far parte Vanessa Carlon, imprenditrice veronese, vicepresidente di
Palazzo Maffei Fondazione Carlon e direttrice di Casa Museo di Palazzo Maffei, del quale ha fortemente contribuito alla nascita. Per il quinto anno consecutivo, l’identità visiva è stata affidata a Studio Temp, studio di graphic design, Bergamo. 

La campagna grafica 2024 si basa su un'evoluzione del tema cartografico, utilizzato nell'edizione precedente, esplorando il concetto di connessione e incontro, temi espressi, attraverso l'interazione dei confini, che si sovrappongono, si intersecano e si fondono in forme e colori. 

Vi saranno diverse tappe di avvicinamento alla manifestazione, durante le quali ArtVerona toccherà geografie e luoghi diversi. Il primo sarà al Vinitaly, Salone internazionale del Vino e dei Distillati – 14-17 aprile 2024 –, durante il quale il tradizionale Ristorante d’Autore, quest’anno: – Ristorante d’Arte e d’Autore – vedrà esposte le opere della collezione di Veronafiere. Il messaggio dell’arte contemporanea viene così portato nell’universo imprenditoriale del Vino, con iniziative volte a coinvolgere il pubblico della manifestazione
e i protagonisti di un mercato, che da tempo manifesta attenzione per i
linguaggi visivi.

Appuntamenti dal taglio consumer: il primo da mettere in agenda è Lives!, lunedì 15 aprile, nella Loggia di Fra’ Giocondo, Piazza dei Signori, Verona-centro. Curato da Nicolas Ballario e Rodrigo D’Erasmo, prevede la narrazione in parole e musica della vita di un gigante della Storia dell’Arte. Lives! si ripeterà, anche nelle giornate, di fiera, in un esteso programma culturale, denominato Art&TheCity, realizzato grazie alla collaborazione con le
più importanti istituzioni pubbliche e private della città, quali i Musei Civici di Verona, Fondazione Cariverona, Palazzo Maffei Casa Museo, l’Università e l’Accademia di Belle Arti. 

Artverona, evento vivo, vivissimo, che oltre a dare luce all’Arte, espressione dello spirito, creando cultura, fa conoscere e valorizza il patrimonio artistico scaligero.
Cultura, Treviso, Conegliano

Tarzo, nuovo viaggio tra gli strumenti musicali al Circolo

TARZO (TV) - Dopo il successo dello scorso anno, il Circolo Musicale ripropone l’originale rassegna dal titolo ‘Storie di Strumenti’ . Si tratta di tre serate divulgative durante la quali si parlerà di strumenti musicali insieme a illustri musicisti e professionisti del settore intervistati dal maestro Jan Caberlotto. Ad inaugurare la rassegna sarà Michele Della Giustina.

Con lui, che dal 1991 svolge professionalmente l'attività di liutaio a pizzico e collabora con i più prestigiosi Saloni di Liuteria a livello internazionale, si partirà giovedì 29 febbraio per un viaggio alla scoperta della chitarra . Quella con Della Giustina sarà una scoperta sia dell'aspetto tecnico-costruttivo di questo strumento che della valenza metafisica del suono, nel tentativo di carpirne l'essenza più profonda. Giovedì 7 marzo sarà invece la volta di Gianni Massarutto , da oltre vent’anni uno dei protagonisti dell’ armonica nell’ambito del blues elettrico e acustico.

Ha suonato con diverse formazioni e vinto diversi premi e concorsi internazionali. È compositore di brani originali e inventore della Blueharp, armonica che consente di eseguire accordi e melodie con lo stesso strumento. A chiudere la rassegna sarà Giovanni Bortoluzzi giovedì 21 marzo. Attualmente uno dei maggiori esperti italiani di canto difonico, la tecnica che permette di far risaltare gli armonici presenti nella voce sfruttando e modificando il tratto vocale, Bortoluzzi presenterà la voce come strumento musicale.

Nel 2015 ha ideato il “Metodo 4L”, un sistema didattico per riscoprire gli armonici che dimorano nei suoni.A condurre le tre serate, in cui si alterneranno momenti di divulgazione storico-scientifica all’esecuzione di brani musicali dal vivo, sarà Jan (alias Gianluca) Caberlotto, musicista con importanti collaborazioni a livello nazionale al suo attivo, insegnate di chitarra e membro del direttivo del Circolo Musicale Tarzo.


«La rassegna ‘Storie di Strumenti’ nasce sempre con l’intento di diffondere la cultura della musica a livello locale» spiega Diego Astolfi , presidente del Circolo Musicale Tarzo. «È una proposta particolare e inedita per il nostro territorio, che ci ha dato tantesoddisfazioni lo scorso anno al suo esordio». Le serate, patrocinate dal Comune di Tarzo e dalla Banca Prealpi SanBiagio, sono gratuite ma un’offerta consapevole è gradita. Tutti tre gli incontri si tengono a partire dalle ore 20.45 presso il Circolo Musicale a Tarzo e più precisamente nell’Area del Circolo, i locali destinati a dare risalto ai talenti musicali della nostra zona.

Consideratala capienza ridotta dei locali, la prenotazione è consigliata a 320 3753604.​ 
Treviso, Conegliano, Veneto

A Santa Lucia 7mila visitatori per “Benessere e bio”

SANTA LUCIA DI PIAVE (TV) - Si è chiusa con una grande presenza di pubblico la fiera “Benessere e Bio”, andata in scena questo sabato e domenica alle Fiere di Santa Lucia di Piave. Grande soddisfazione per i 120 gli espositori da tutta Italia e tutti sold out i laboratori speciali, dai fermentati allo yoga della risata, dall’orto verticale al pensiero latente. Un successo che apre la strada a una edizione speciale della fiera, il 12 e 13 ottobre 2024, interamente dedicata alle famiglie.

Sono stati 7mila i visitatori tra sabato 24 e domenica 25 febbraio hanno popolato i 3mila metri quadrati del padiglione ex Filande, cuore pulsante del quartiere fieristico di Santa Lucia di Piave, interessandosi o approfondendo le proprie conoscenze in tema di alimenti biologici e spezie ma anche cosmesi biologica e naturale, accessori ecosostenibili e tessuti naturali, arti orientali, manualistica ecc. Molto apprezzata l’Area “solocosebuonedalcampo”, novità assoluta di quest’anno e nata dalla collaborazione con Coldiretti Treviso e Campagna Amica: un vero e proprio mercato dedicato ai produttori bio e km0 con prodotti unici, genuini e artigianali.

Una formula che è piaciuta, quindi, e che ha spinto gli organizzatori a proporre un nuovo appuntamento per l’autunno, sempre all’interno delle Fiere di Santa Lucia di Piave, il 12 e 13 ottobre 2024. Un’edizione che unirà i migliori standisti e produttori e che offrirà convegni e laboratori speciali dedicati al tema della famiglia, della cura ed educazione dei figli e del ménage familiare.

“Ringraziamo il pubblico che è accorso numeroso e l’ente Fiere di Santa Lucia che ogni anno ci ospita e che ha accolto positivamente il nostro raddoppio in ottobre. Sarà una fiera speciale che accoglierà quanti offrono proposte e idee dedicate alla crescita di una famiglia sana, che vuole vivere e mangiare bene” spiega Silvia Bernasconi, organizzatrice della manifestazione “Benessere e bio”.

“Per noi il ritorno di “Benessere e bio” il prossimo ottobre è più che gradito” dichiara Alberto Nadal, amministratore unico Azienda Speciale Fiere di Santa Lucia. “Gli organizzatori hanno dimostrato, in questi due giorni, di saper intercettare gli interessi di un pubblico molto ampio e di essere abili promotori di uno stile di vita che in molti cominciano ad abbracciare. Biologico, km0 e sostenibilità sono temi su cui è necessario lavorare e confrontarsi, e infatti lo viviamo in prima persona anche con la nostra Fiera dell’Agricoltura che si svolge in dicembre”.
Italia, Cultura

La foiba di Kremenar e l’eccidio della colonna Gamucci

Antonio Magagnino ha compiuto uno sforzo immane, fatto di sacrificio e senso del dovere, per rendere dignità a dei giovani caduti che si sono visti negare la giustizia dalla loro stessa Patria. Già tra le prime righe è possibile individuare il profondo sentimento dal quale prende le mosse questo scritto: permettere alle generazioni future di sviluppare un pensiero critico attraverso uno studio non mistificato della nostra storia recente. 

In questo resoconto, supportato da documenti e testimonianze, si ripercorrono gli ultimi giorni di quanti fecero parte della colonna Gamucci e dei cc infoibati a Kremenar nel tentativo di rimuovere quel velo di omertà che è stato posto dalle gerarchie dell’epoca, un vaso di Pandora che racchiude omissioni, falsità e codardia. Nelle pagine di quest’opera, l’autore racchiude la sua esperienza diretta sui luoghi che sono stati il teatro di questa triste vicenda e con forza punta il dito verso i responsabili di questi crimini di guerra, ingiustamente passati in sordina grazie e corrotte dinamiche di potere.

Prefazione del Gen. CC Raffaele Vacca.


Antonio Magagnino, da tutti conosciuto come Tony. Ha servito con fedeltà l’Arma dei Carabinieri tra Roma, Brindisi e Viterbo, tra i quali più di vent’anni trascorsi in Reparti Operativi. Appassionato di equitazione, paracadutismo e storia contemporanea. Come ricercatore ha fortemente voluto indagare e scrivere per la prima volta la vera storia sulla Foiba di Kremenar e sull’Eccidio della Colonna dei Carabinieri Reali in Albania comandata. Ha offerto collaborazione all’Istituto Storico Grossetano della Resistenza per il libro “La persecuzione degli Ebrei nella Provincia di Grosseto nel 1943-44”. Ha collaborato con il prof. Maida di Torino, per la mappatura sugli eccidi da parte di Reparti Italo-Nazisti nelle Regioni Toscana, Liguria e Piemonte. In ultimo ha ricevuto lettera di apprezzamento dal The World Holocaust Remembrance Center di Jerusalem. 
Mondo, Italia, Economia

Treviso, convegno sulle opportunità d’espansione delle imprese negli USA

TREVISO - Si terrà il 21 Marzo 2024 a Treviso, il Meet US Roadshow, evento organizzato dalla Camera di Commercio Italiana a Miami (Italy-America Chamber of Commerce Southeast) per presentare alle PMI le opportunità del mercato di una delle aree più dinamiche degli Stati Uniti, quella del Southeast, che comprende stati come: Florida, Georgia, South Carolina e North Carolina.

Sono davvero lieto come Presidente di Assocamerestero e della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti – informa il Presidente Mario Pozza – di accogliere il Presidente e il segretario Generale e gli esperti della Italy-America Chamber of Commerce Southeast, per ascoltare dalla loro autorevole esperienza come affrontare il mercato di una delle aree più attrattive e dinamiche degli USA. Il mio invito è rivolto alle imprese di Treviso, Belluno e del Veneto affinché gli imprenditori possano dialogare direttamente con chi vive e lavora negli USA e che ben conosce il mercato italiano per proporre le migliori indicazioni profilate anche per la dimensione aziendale.

Il mercato statunitense rappresenta un’enorme opportunità per le PMI italiane – evidenzia il Presidente della Italy-America Chamber of Commerce Southeast Tommaso Cardana -, ma è anche estremamente esigente e competitivo. Gli Stati Uniti richiedono grande preparazione ed investimenti non indifferenti per essere approcciati correttamente.

In questo contesto, le Camere Italiane negli USA rappresentano una rete d’appoggio fondamentale per le nostre PMI, perché fatta di imprese e di professionisti che hanno già fatto questo percorso e che si mettono a disposizione per condividere consigli ed informazioni utili. Tutto questo in un’ottica di sistema, di cui il nostro evento Meet US Roadshow rappresenta un ottimo esempio.

L’evento, gratuito e in lingua italiana, presenterà professionisti sia italiani che americani, esperti d’internazionalizzazione ed imprenditori con una conoscenza approfondita del mercato statunitense, che dialogheranno e si confronteranno sui più importanti aspetti strategici e operativi relativi all’espansione su un mercato di grande importanza per l’export italiano come quello degli USA.

Diverse le tematiche che verranno trattate: le implicazioni legali riguardanti l’apertura di una società negli USA; i contratti di distribuzione; la procedura per ottenere un visto come investitore, la fiscalità delle imprese italiane negli Stati Uniti, gli strumenti di finanziamento agevolato per le imprese e le procedure doganali per l’export di prodotti.

Chiuderà l’ evento, un networking cocktail per consentire alle imprese partecipanti di prendere contatto diretto con i relatori.

L’evento è organizzato in collaborazione con la Regione Campania, FederLazio, Assocamerestero, CCIAA di Roma, Confindustria Toscana Nord, CCIAA Treviso- Belluno | Dolomiti e Venicepromex.

La partecipazione ai seminari è gratuita previa registrazione (riservata a rappresentanti di aziende interessate ad esportare ed espandere le proprie operazioni negli Stati Uniti)
Nessun oggetto disponibile.
Ultimo aggiornamento: 27/02/2024 18:01